La storia della donna che cresce da sola 44 figli. Ora non potrà averne più

donna 44 figli utero ovaieMariam Nabatanzi aveva solo 13 anni quando diede alla luce la sua prima coppia di gemelli.

Giunta all’età di 36 anni, Mariam aveva già messo al mondo altri 42 bambini, che ha dovuto crescere da sola dopo che suo marito aveva deciso di abbandonarla.

Oggi Mariam ha 41 anni e soffre di una rara condizione genetica che la porta ad avere nascite multiple. La donna si rivolge ai medici da quasi vent’anni per cercare di risolvere questo problema.

Mariam riesce incredibilmente a prendersi cura da sola di tutta la sua immensa prole, nonostante le loro condizioni di vita siano davvero precarie. La donna e i suoi figli vivono in Uganda, in quattro minuscole case fatte di mattoni di cemento e un tetto di ferro ondulato, nel mezzo di alcuni campi da caffè.

I medici le hanno asportato l’utero dall’interno

Un medico la avvertì che i vari contraccettivi, come ad esempio la pillola, avrebbero potuto causarle problemi per via delle sue ovaie “insolitamente grandi”.

A soli 23 anni, Mariam aveva già 25 figli. Dopo le ultime nascite la donna ha finalmente ricevuto l’assistenza medica di cui aveva bisogno per impedirle di avere più bambini. Mariam ha confermato che le è stato “asportato l’utero dall’interno”.

Il “Mirror” ha riportato le parole del dottor Charles Kiggundu, un ginecologo presso il Mulago Hospital di Kampala, in Uganda: “Il suo caso è la predisposizione genetica all’iperovolato, che rilascia più uova in un ciclo, il che aumenta significativamente la possibilità di avere molti figli”.