Legalizzare la cannabis? Ci sono dei vantaggi. La testata Vice ci dice quali

cannabis legalizzazioneLa legalizzazione della cannabis è un tema che di tanto in tanto torna ad animare il dibattito pubblico (e politico).

Di recente il movimento antiproibizionista sembra aver ripreso vigore, anche sul piano istituzionale, come evidenzia la lettera inviata al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, da parte di cento parlamentari che chiedono di aprire una discussione proprio in merito alla legalizzazione della cannabis.

D’altronde, come sottolinea anche la testata Vice, la base di un eventuale mercato legale non è affatto minima: in Italia sono circa 500.000 i consumatori quotidiani di cannabis.

Quali possono essere i vantaggi immaginando che un domani il governo decida davvero di rendere la cannabis legale? Con il monopolio di Stato – più o meno come avviene con le sigarette – il docente e ricercatore di economia politica alla Sapienza di Roma, Marco Rossi, ipotizza “un beneficio fiscale che si aggirerebbe fra i 3 e i 4 miliardi”.

La cannabis legale una “mazzata” alle mafie 

L’alternativa è il modello olandese, con la tassazione confermata ma con produzione e distribuzione non a carico dello Stato: i privati potrebbero quindi coltivare, pubblicizzare e vendere il proprio prodotto. In entrambi i casi (in Italia è più fattibile il primo, ndr) si verrebbero a creare moltissimi posti di lavoro.

In più, l’abbattimento del mercato illegale darebbe una “mazzata” enorme alle mafie e alla criminalità, ammesso che si riesca ad impedire al crimine organizzato di infilarsi nella nuova economia legale.