Bimbo nasce con due teste: il raro caso di gemelli siamesi ha fatto sensazione nel mondo

Il caso del bimbo nato con due teste ha generato sensazione nel mondo della medicina: potrebbe trattarsi di un raro caso di Craniopagus parasiticus.

I medici di Samarcanda (Uzbekistan) sono rimasti sotto shock quando hanno accolto la nascita di un bimbo con due teste. Lo specialista che si è occupato del parto, il dottor Dilshod Rakhmonov, ha spiegato che in realtà si tratta di due bambini poiché, sebbene abbiano un solo corpo ed un solo apparato genitale, oltre alle due teste ci sono due set di organi all’interno. Quello appena nato, dunque, non è un singolo bambino ma un raro caso di gemelli siamesi conosciuto come Craniopagus Parasiticus.

Leggi anche ->Gemelli siamesi, ancora un altro caso: due bimbi sono venuti al mondo con tre braccia e organi in comune

Si tratta di una malformazione genetica molto rara (un caso ogni 5 milioni di nascite), in cui un secondo bambino cresce come un parassita all’interno del corpo del gemello. A differenza degli altri casi di gemelli siamesi, in cui i corpi dei bambini sono uniti per la testa o per il busto e presentano degli organi in comune, in questo appunto c’è un solo corpo, due set di organi completi ed una testa doppia.

Leggi anche ->Bambina indiana nasce priva degli arti a causa di una sindrome rara: uno studio del 2011 ha monitorato i casi

Bimbo nasce con due teste: “Faremo il possibile per farlo sopravvivere”

Intervistato dai media locali, il dottor Rakhmonov ha spiegato che la madre era stata informata della possibilità di trovarsi alla nascita con due gemelli siamesi. Le era stato anche consigliato l’aborto, ma la donna ed il marito si sono opposti a questa eventualità. Per il parto, onde evitare complicazioni, è stato scelto di effettuare un cesareo. Adesso il bimbo neonato è stato portato in terapia intensiva e si studia un trattamento che gli permetta di sopravvivere.

Parlando della rara nascita, il medico ha spiegato: “Usando un termine medico siamo di fronte a due gemelli siamesi. Il bimbo si trova al momento nel nostro reparto di terapia intensiva. Si tratta di un caso molto raro (la nascita di gemelli siamesi, ndr), uno ogni 220.000 o 222.000 bambini. Questi possono vivere a lungo, anche 30 o 50 anni. Il nostro caso, però, è più complesso, i corpi sono cresciuti all’interno di uno solo. Per questo abbiamo pianificato di condurre delle analisi approfondite”.