Gigantesca palla di fuoco illumina la notte del Paese del Sol levante prima di esplodere – VIDEO

Una misteriosa e gigantesca palla di fuoco ha illuminato a giorno il cielo notturno del Giappone prima di esplodere generando un boato assordante.

La scorsa notte una gigantesca palla di fuoco ha sorvolato i cieli del Giappone per poi esplodere e generare un rumore assordante. Questo è quanto riportano alcuni cittadini nipponici sui social. La luminosa meteora ed il boato sono stati avvertiti sia nella capitale Tokyo che nella regione di Kanto (la più grande isola del Giappone). Che un fenomeno misterioso si sia verificato nella notte è stato confermato anche dal capo di gabinetto Yoshihide Suga nella conferenza di stamane: “Stiamo raccogliendo informazioni sull’incidente, ma posso assicurare che non ci sono state segnalazioni di danni”.

Leggi anche ->Palla di fuoco ripresa su Puerto Rico, per i residenti è uno dei segni della fine del mondo

L’ipotesi più probabile è che i cittadini abbiano avvistato il frammento di una meteora che, a contatto con l’atmosfera terrestre ha prima creato una scia luminosa e poi si è frantumata in mille pezzi. Tuttavia il forte boato sentito in diversi punti della nazione ha fatto pensare che la cometa fosse arrivata ad impattare contro il suolo. Nelle prossime ore probabilmente verranno condivisi ulteriori dettagli. Per il momento è stato confermato che i vigili del fuoco non sono stati allertati da nessuno.

Leggi anche ->Scia luminosa nel cielo della Sardegna, si ipotizza possa essere stato un meteorite – VIDEO

Palla di fuoco sorvola il Giappone nella notte

In molti sono coloro che su Twitter hanno segnalato di aver visto la palla di fuoco e sentito il boato. Uno di questi ha raccontato: “Una grossa palla di fuoco (probabilmente una meteora luminosa) ha sorvolato Tokyo da est a ovest intorno alle 2:32 di giovedì 2 luglio. Qualche minuto dopo ho avvertito un rombo che poteva essere sentito anche da dentro casa, il che potrebbe essere rilevante. Il video – conclude – è stato ripreso dal balcone”.