Melius abundare, lo squalo maschio è dotato di ben due peni: lo sapevate?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:40

In preparazione della settimana dedicata allo squalo da Discovery Channel, ecco una piccola anticipazione sul predatore: ha due peni, lo sapevate?

Così come tutti gli animali più feroci al mondo, anche lo squalo suscita un discreto fascino. Il predatore marino più antico del pianeta genera talmente tanto timore quando lo si intravede nell’acqua quanto interesse quando lo si può osservare comodamente da un divano. Non è un caso se Steven Spielberg gli ha dedicato una pellicola e se si tratta dell’unico predatore esistente ad essere protagonista di diverse serie di film (oltre a ‘Lo Squalo‘, ‘Deep Blue‘ e ‘Sharknado‘, per citare i più noti).

Leggi anche ->Impavido nuotatore afferra uno squalo a mani nude e gli spalanca la mascella per una foto: le folli immagini

In realtà proprio la sovraesposizione in pellicole horror ha creato una percezione errata di questi splendidi predatori. Gli squali, infatti, non attaccano quasi mai l’uomo, poiché non lo vedono come una preda appetibile. Gli esseri umani hanno troppo poco grasso e carne per saziare la fame di questi predatori e gli attacchi avvengono solo quando questi sono affamati e si trovano in mancanza di prede più appetitose.

Leggi anche ->Shark attack: surfista 60enne muore divorato da uno squalo di 3 metri

Lo sapevate che lo squalo ha due peni?

Per tutti coloro che vogliono approfondire la propria conoscenza degli squali, il prossimo mese ricorrere la settimana dello squalo su ‘Discovery Channel‘, periodo nel quale verranno forniti ai telespettatori documentari e approfondimenti su questi straordinari predatori. Un’anticipazione? Tra questi ci sarà un approfondimento sui meccanismi di riproduzione della specie, nel corso dei quai verrà svelata una curiosità: lo squalo maschio possiede due peni.

I due organi genitali si dipanano sotto le due pinne pelviche e si trovano l’uno accanto all’altro. Lo squalo ne utilizza uno per volta per depositare il proprio sperma all’interno degli organi ricettivi dell’esemplare femmina. Per scoprire come mai evoluzionisticamente gli squali hanno sviluppato il doppio organo riproduttivo, dovrete attendere lo speciale dedicato.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!