Un’auto gli distrugge il bar a poche ore dalla riapertura post-lockdown: “Apriamo lo stesso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:21

pub distrutto da un veicoloIl titolare di un pub ha aperto dopo la chiusura per l’emergenza Coronavirus anche se un’auto gli ha sventrato il locale. Servirà birre nel giardino

Era pronto a riaprire il suo locale dopo la lunga chiusura forzata legata alla pandemia di Coronavirus, ma si è ritrovato con un danno enorme provocato da un’auto fuori controllo che gli ha letteralmente sventrato le pareti. Ma il titolare del pub “Swann Inn” di Little Chart, vicino ad Ashford nel Kent, non si è perso d’animo dicendosi pronto a riaprire il bar immediatamente. Ray Perkins, 67 anni, ha trascorso diverse settimane a casa, insieme alla moglie Ann, in attesa di poter riaprire. Ieri era il Super Saturday, la giornata delle riaperture ufficiali dei pub e degli altri locali inglesi ed anche Ray era pronto per la ripartenza: ma intorno alle 2 della notte un’auto è andata a schiantarsi contro la facciata del pub, che si trova in un edificio in classici mattoni rossi inglesi, distruggendola completamente e lasciando macerie ovunque, sia all’interno che all’esterno.

Il pub ha aperto lo stesso, ecco come

“Non vogliamo deludere le persone – ha detto Ray, più determinato che mai a ricominciare a servire pinte di birra – hanno aspettato abbastanza. Lo spettacolo deve continuare”. La coppia gestisce la storica locanda del XV secolo da quasi due anni e ha raccontato l’episodio: “Siamo stati svegliati dalle 2 del mattino da un botto enorme. Quando siamo scesi al piano di sotto abbiamo trovato una macchina, una Land Rover Discovery con tre persone all’interno, davanti al pub, ridotto in macerie”. Ann, la moglie, ha spiegato che non resteranno chiusi: anche se non è possibile avere persone all’interno del locale, c’è un grande spazio esterno dove i clienti potranno bere in tutta tranquillità la loro birra.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!