Lutto nel mondo della scienza: se ne va Carlo Flamigni, luminare della fecondazione assistita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:27

Il professor Carlo Flamigni

Era nato a Forlì il 4 febbraio 1933.

Parliamo di Carlo Flamigni, personaggio di primissimo piano nel mondo medico (è stato una figura di riferimento in Italia e all’estero sulle tecniche di procreazione assistita e sulla fertilità).

E’ morto ad 87 anni e lo ha annunciato in un commovente post il figlio, Carlo Andrea.

Laureatosi in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Bologna nel luglio del 1959, si è successivamente specializzato in Ostetricia e Ginecologia.

E’ stato docente di lungo corso presso l’Alma Mater (quantomeno imponente la sua produzione scientifica) e direttore della Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Università degli Studi di Bologna dal novembre 1994 al dicembre 2001.

Ma non solo: dal 1990 al 1994 e dal 1999 al 2004 è stato Presidente della SIFES – Società Italiana di Fertilità e Sterilità e Medicina della Riproduzione.

Già membro del Comitato Nazionale per la Bioetica, da dicembre 2015 era anche membro del Comitato Etico Università Statale di Milano.

Importante – tra le tante altre cose – la sua partecipazione al dibattito sviluppatosi ai tempi dell’approvazione della legge 40 del 2004 che ha introdotto l’uso delle tecniche di procreazione assistita nel nostro Paese.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!