Colpo di scena sul caso Roberta Ragusa: la donna scomparsa avvistata in Liguria?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:25
Roberta Ragusa
Ropberta Ragusa, la donna scomparsa a San Giuliano Terme (Pisa) nella notte tra il 12 e il 13 gennaio 2012

Clamoroso colpo di scena sul caso Roberta Ragusa? Dei testimoni sembrano averla avvistata la scorsa estate in Liguria

Roberta Ragusa potrebbe essere viva? Secondo alcune testimonianze la donna scomparsa nel gennaio 2012 sarebbe stata avvistata in Liguria.

La trafila riguardante anche il marito Antonio Logli, accusato dell’omicidio della moglie, potrebbe a sorpresa prendere una nuova piega: ma queste testimonianze sono attendibili?

Caso Roberta Ragusa, una scomparsa volta nel mistero

Era la mattina del 13 gennaio 2012, quando Antonio Logli decide di sporgere denuncia sulla scomparsa della moglie Roberta Ragusa. Siamo a San Giuliano Terme, un piccolo paesino in provincia di Pisa, dove prende vita una delle più misteriosi scomparse misteriose della storia italiana: ma cosa è successo veramente a questa donna?

LEGGI ANCHE -> Caso Roberta Ragusa, 20 anni di carcere per il marito Antonio Logli: la Cassazione ha confermato la condanna

Ad essere accusato dell’omicidio di Roberta Ragusa ed occultamento di cadavere fu proprio il marito Antonio Logli. L’uomo non si è mai sbilanciato sui fatti e poco tempo dopo la scomparsa della donna era andato a convivere con l’amante Sara Calzolaio, segno che le cose tra lui e la moglie non funzionavano. Tra processi, condanna a 20 anni e contraddizioni Logli è rimasto sempre l’unico indagato.

Svolta sul caso Ragusa: è stata avvistata in Liguria

La svolta sulla condanna a Logli potrebbe essere clamorosamente rivista, proprio come richiesto dai legali dopo delle sconvolgenti testimonianze. Secondo quanto appurato Roberta Ragusa sarebbe viva ed avvistata in Liguria, proprio un’estate fa.

LEGGI ANCHE -> Omicidio Chiara Poggi: Alberto Stasi chiede una revisione della sentenza

“Roberta Ragusa è stata avvistata in Liguria”. Proprio grazie a questa testimonianza che i legali di Antonio Logli si aggrappano per chiedere la revisione del processo. I due testimoni non sarebbero mai stati ascoltati secondo la difesa di Logli, ma questo fattore potrà essere decisivo per dimostrare l’innocenza dell’uomo: un altro mistero sul caso Roberta Ragusa.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!