Esplosione travolge persone intente a rubare benzina da un camion: 7 morti carbonizzati, tragedia in Colombia

La tremenda esplosione del camion cisterna

E’ una vicenda drammatica, quella che giunge dalla Colombia.

Una vicenda dettata dalla povertà, in un momento in cui il paese è fortemente colpito dal Covid-19.

Nel piccolo comune di Pueblo Viejo, nel nord del Paese, una esplosione ha letteralmente travolto una novantina di persone (report locali parlano di 7 morti carbonizzati ed ottanta feriti).

Ad aggravare la situazione,nel caso specifico, il fatto che questa tragedia arrivi in piena emergenza Covid (120.000 sono i casi registrati in Colombia, 4.000 i morti), con i reparti di terapia intensiva della zona già pieni (per questo alcuni dei feriti sono stati trasportati negli ospedali di altre zone).

Le persone coinvolte nell’esplosione stavano provando a rubare la benzina di un camion cisterna che trasportava combustibile e che era stato coinvolto in un incidente.

Secondo quanto riportato, l’incidente potrebbe essere stato causato da una manovra errata o da un colpo di sonno del conducente – che comunque era uscito illeso ed era stato trasportato in un centro di assistenza medica.

Secondo quanto da lui riportato, l’esplosione si è verificata quando hanno cercato di rimuovere la batteria dal veicolo durante il saccheggio.

Colombia, la povertà spinge a saccheggiare camion incidentati

Questa di saccheggiare i camion che subiscono incidenti o avarie pare sia una abitudine in quell’area della Colombia, in cui gli abitanti vivono in condizioni particolarmente difficili: lo stesso giorno dell’incidente appena narrato (ieri, 6 luglio 2020) è stato saccheggiato anche un camion che trasportava birra a Barranquilla.