Follia nel varesotto, sospeso primario: “Guardate se devo operare sto frocio di m…”

Sala operatoria
Increscioso episodio in una sala operatoria della provincia di Varese

Episodio del tutto particolare in provincia di Varese, successo nel ramo medico.

Un increscioso episodio si è consumato in provincia di Varese, dove un primario si è rifiutato di operare un paziente.

Ma non è finita qui, visto che il medico è stato sospeso per aver detto delle frasi omofobe verso lo stesso paziente.

Frasi omofobe contro un paziente: sospeso primario nel varesotto

Un medico dell’ospedale di Cittiglio, in provincia di Varese, è stato sospeso dalla sua carica a causa di insulti omofobi riservarti verso un paziente, già sedato e sottoposto all’intervento, che avrebbe dovuto operare. “Guardate se devo operare sto frocio di m….” sarebbe la frase incriminata che il primario ha espresso contro il paziente. Una vera e propria follia quella del primario che è subito stato sollevato dall’incarico.

LEGGI ANCHE -> Lite furibonda a Dritto e Rovescio, Mario Adinolfi attacca Vladimir Luxuria: Bigotto totalitario

L’episodio si sarebbe verificato lo scorso 25 marzo, in piena emergenza Coronavirus, con il dottore in questione molto nervoso poco prima dell’intervento proprio per lo scoppio della pandemia. I presenti alla scena sarebbero stati, secondo quanto si legge dall’esposto fatto, sconvolti da tanta violenza verbale da parte del primario verso il povero paziente. Un gesto assurdo che è costato caro al primario.

Riccardo Aprosio