Morti i gemelli siamesi più anziani del mondo: avevano 68 anni

Nel 2014 raggiunsero il record come coppia di gemelli siamesi più longevi al mondo. Oggi Ronnie e Donnie Gaylon se ne sono andati a 68 anni, dopo molti anni passati in giro in tournèe per il famoso carnevale “World of Wonders”

Ronni e Donnie Gaylon, i gemelli siamesi più longevi al mondo, sono morti lo scorso 4 luglio a 68 anni, in un ospizio di Dayton, in Ohio, la loro città natale. Nati il 28 ottobre del 1951, i due gemelli vennero al mondo uniti dallo sterno e dall’addome e avendo in comune una serie di organi digestivi inferiori, e trascorsero i primi due anni della loro vita in ospedale. Al momento della nascita entrambi i genitori, Eileen e Wesley Gaylon, si rifiutarono di acconsentire alla proposta dei medici di separarli: le probabilità di sopravvivenza all’operazione, infatti, erano abbastanza scarse.

Una vita insieme in tournèe per aiutare la famiglia

Ronnie e Donnie a soli tre anni si unirono al famoso tour di carnevale “World of Wonders”, presentandosi al pubblico come i “gemelli siamesi Gaylon”. La rendita economica derivante da quell’attività permise ai gemelli Gaylon di aiutare a sostenere i 9 fratelli e potersi pagare le spese mediche. La loro performance consisteva nel sedersi a guardare la TV mentre i clienti pagavano per guardare dalla finestra.

La madre non li hai accettati, ma hanno trovato una famiglia fra i teatranti e nella loro comunità

I due gemelli hanno dovuto lavorare per anni sulla loro coordinazione reciproca per poter affrontare anche le più semplici azioni quotidiane. I Gaylon non sono stati in grado di poter fruire di un’adeguata istruzione, in quanto le scuole del posto si rifiutarono inizialmente di accoglierli, ritendendo che fossero una distrazione troppo grossa per il resto dei bambini della classe. Secondo alcune indiscrezioni la madre Eileen non ha mai accettato l’anomala condizione fisica dei due figli, che fin da giovani, però, hanno avuto la fortuna di trovare una famiglia fra i teatranti con cui collaboravano. Nel 2009 a Ronnie furono diagnosticati dei coaguli di sangue all’interno dei polmoni causati da un’infezione virale che ha infettato anche Donnie. Entrambi erano inoltre affetti da un’artite debilitante. Il loro fratello minore Jim negli ultimi anni è stato il loro assistente a tempo pieno e non li ha mai lasciati soli soli, assieme alla comunità di Dayton che ha creato appositamente per loro una comunità specializzata.

Nel 2014 sono diventati i gemelli siamesi più anziani nel Guinness dei primati, sorpassando i fratelli cinesi Chang e Eng Bunker che morirono a 62 anni.

Leggi anche -> Bimbo nasce con due teste: il raro caso di gemelli siamesi ha fatto sensazione nel mondo

Leggi anche -> Gemelline siamesi di 7 mesi separate con successo al Bambin Gesù