Internet, quanto costa nel mondo: la classifica dal paese più economico al più caro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:49

Costo e valore della connessione Internet nel mondo

Connettersi ad Internet è ormai un abitudine per le persone, e il mercato ha sviluppato intorno a questa “necessità” tutta una serie di prodotti. Alzi la mano chi, parlando con un professionista, non ha mai cercato informazioni su di lui o sulla sua attività, spesso senza attendere nemmeno la fine della conversazione. O chi durante la visione di un film o di una serie TV non sia andato a cercare dove altro abbia visto recitare quell’attore. Per non parlare della domotica, delle AI (l’intelligenza artificiale) e delle App ormai esistenti per ogni servizio, dal meteo ai giochi. Siti e applicazioni vengono in più costantemente aggiornati, risultando sempre più carichi di immagini e grafica di alta qualità. Sembra ormai lontano il periodo in cui controllavamo con ansia quanti giga avesse consumato la visita a tal sito.

Eppure accedere ad Internet da Smartphone, ovunque ci si trovi e ad un prezzo accessibile non è altrettanto scontato per tutti. 

Visualcapitalist si è occupato di elaborare i dati di Cable.co.uk, riguardanti il costo medio delle offerte degli operatori dei vari Paesi analizzati. Ad incidere sul costo di 1GB ci sono diversi fattori, quali la presenza di infrastrutture di rete fissa o la diffusione dell’abitudine ad accedere da connessioni mobili crea mercato, aumentando l’offerta con conseguente diminuizione dei prezzi. Ma con un limite riguardante la possibilità di spesa dei cittadini, che dove è alto, vede il prezzo restare stabile.

Internet: dove costa meno

Nella lista stilata per individuare quanto ogni Paese paga per 1GB in dollari, al primo posto tra i luoghi più economici per connettersi c’è l’India, con appena 9¢. Al secondo posto Israele, dove il costo è di 11¢ . Segue il Kyrgyzstan con 21¢  e ad un onorevole 4° posto l’Italia, con una spesa per GB di 43¢ . Il quinto posto è dell’Ucraina, dove 1GB viene 46¢ .

Quel primo posto potrebbe sembrare strano a qualcuno, ma è facilmente spiegabile con la grande concorrenza presente all’interno del paese e guidata da Reliance Jio, di Reliance Industries, uno dei maggiori conglomerati nel paese. Come da noi, la rivoluzione delle tariffe è abbastanza recente: Reliance Jio è stato lanciato nel 2016 proponendo ai clienti periodi di prova a 1$ al mese. Difficile competere, ma gli altri fornitori hanno dovuto almeno provare.

Con una popolazione per lo più rurale e scarse infrastrutture, il Kyrgyzstan al secondo posto è quasi sorprendente. Ma proprio nella ridotta disponibilità di linee fisse deriva la dipendenza (necessaria) dai dati mobili, con conseguente riduzione dei prezzi.

Internet: dove costa di più

Vediamo ora dove connettersi ad Internet è più costoso: il primo paese che ha questo brutto primato è il Malawi. Accantonati i centesimi, qui si paga ben 27,41$ per GB. Segue da vicino il Benin, con 27,22$ e leggermente distaccato il Chad, 23,33 €. In Yemen e Botzwana si paga rispettivamente 15,98$ e 13,87$.

Cinque di questi paesi si trovano nell’Africa Subsahariana. L’implementazione delle tecnologie aumenterà o ridurrà il divario tra i paesi, sia in termini id costo che di possibilità di accesso?

 

 

 

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!