Lidl, studentessa trova una testa di lucertola nel sugo alla bolognese

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:27

Una studentessa e la sorella gemella sono rimaste disgustate quando hanno trovato una testa di lucertola nel sugo alla bolognese comprato alla Lidl.

Qualche settimana fa, Isabelle Wheaton – 20enne studentessa britannica – si trovava insieme alla sorella gemella Megan e alla mamma Polly ad ora di pranzo. Nessuna di loro aveva voglia di cucinare qualcosa di complicato, così hanno deciso di farsi un piatto di pasta con il sugo vegano alla bolognese comprato qualche tempo prima alla Lidl. Le due ragazze, infatti, hanno intrapreso da poco una dieta vegana e non possono quindi gustarsi il classico sugo bolognese con la carne.

Leggi anche ->Lidl sfida Amazon: nuovo servizio di digital delivery pronto a partire in Europa

Con loro sommo disgusto, le tre donne si sono rese conto che all’interno del sugo c’era della carne, ma non perché il sugo non era realmente vegano: girando il condimento infatti Isabelle ha trovato la testa di una lucertola grande quanto l’unghia di un pollice. Ovviamente la scoperta le ha fatte stare male e per quel pasto le tre Wheaton hanno preferito digiunare.

Leggi anche ->Rivoluzione Lidl: marijuana al supermercato?

Studentessa trova una testa di lucertola nel sugo, la Lidl si scusa

Dopo la terrificante scoperta, la mamma ha chiamato immediatamente il centro reclami della Lidl per fare presente l’accaduto. Al call center le hanno risposto che avrebbero immediatamente aperto un’inchiesta dell’accaduto e controllato le altre scorte del prodotto, oltre ai magazzini. Al momento l’inchiesta è ancora in corso e la donna ha deciso di denunciare l’accaduto anche ai tabloid britannici: “E’ stato traumatizzante, le mie figli tutt’oggi non riescono a mangiare decentemente. Non è per il fatto di essere vegane, nessuno vorrebbe trovarsi una cosa del genere nel piatto, ovunque mangi o qualsiasi cosa stia mangiando”.

Raggiunto dal ‘Daily Star‘ un portavoce della catena di supermercati ha risposto: “Siamo davvero dispiaciuti nel sentire cosa è successo e ci scusiamo per qualsiasi disturbo possa avere causato”. Lo stesso portavoce ha poi chiarito che immediatamente dopo la segnalazione della cliente, la problematica è stata evidenziata al team del controllo qualità che ha avviato un’indagine a riguardo.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!