Colpito due volte dallo streptococco di tipo B. I medici lo rianimano: ora il piccolo sta bene

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:03

ryan streptococcoUna mamma e un papà chiedono a tutti i genitori in attesa di informarsi a dovere sulla possibile infezione da streptococco di gruppo B.

La pericolosa infezione ha quasi ucciso il loro neonato per ben due volte. Il piccolo Ryan Wood aveva solo sei ore quando si è ammalato nel febbraio 2016, dopo essere venuto al mondo con cinque settimane di anticipo.

Sua madre Carianne Pike, di Glamorgan, ha descritto il momento in cui il suo corpo è diventato blu e apparentemente senza vita come l’attimo più spaventoso e orribile di tutta la sua vita.

“Dall’essere così euforica con mio figlio appena nato, sono passata a vivere il peggior incubo che si possa immaginare – racconta al Mirror – Ryan era blu e senza vita. L’ho tirato fuori dalla sua culla, ma grazie a Dio c’era un medico con me. Ha ascoltato il petto di Ryan, poi è corso con lui fuori dal reparto”.

Il team medico ha rianimato Ryan: il piccolo è poi rimasto con i medici per due settimane.

Il povero Ryan colpito per ben due volte dallo streptococco

Ci sono voluti alcuni giorni per ottenere una diagnosi, finchè a sua madre e a suo papà Lee è stato finalmente detto che era stato colpito dallo streptococco di tipo B, la causa più comune del Regno Unito di gravi infezioni nei neonati, che possono causare sepsi, polmonite e meningite.

Quattro settimane dopo, Ryan è stato portato di nuovo in ospedale per problemi respiratori. Ryan è stato rianimato di nuovo: in seguito, il piccolo è stato stabilizzato e messo su una macchina a pressione positiva continua (CPAP). Un paio di giorni dopo, l’ospedale ha confermato che Ryan aveva avuto di nuovo lo streptococco di tipo B. Fortunatamente ora il bimbo sta bene.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!