Giovane promessa della danza muore a 17 anni: il coronavirus le ha impedito di viaggiare per curarsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:12

Giovane campionessa muore a causa del blocco imposto dal coronavirus

Doveva recarsi all’estero per curare la sua malattia, ma il blocco imposto dal coronavirus le ha impedito di viaggiare e la giovane è rapidamente peggiorata, fino al decesso.

Victoria Kurepina era una giovane campionessa di ballo colpita da una rara malattia genetica. La sua famiglia aveva già raccolto il denaro necessario per far curare la ragazza a Berlino, ma il tempo ha remato loro contro. Victoria è stata colpita dai sintomi della malattia subito dopo aver vinto il campionato regionale di danza Latina del Russian Dance Union, poco prima del lockdown.

La malattia ha costretto la giovane su una sedia a rotelle intanto che le norme di contenimento del coronavirus andavano stringendosi, e Victoria non ha potuto recarsi a Berlino, dove contava di ricevere ulteriori diagnosi e cure.  Nel frattempo le sue condizioni sono peggiorate: i suoi organi hanno ceduto e la ragazza ha perso l’uso di braccia e gambe. Deceduta il 6 luglio, è stata sepolta due giorni dopo nella sua città natale, a Tver, in Russia.

Il racconto dell’insegnante di balli latino americani

Il Mirror riporta come la sua insegnante di ballo ed ex campionessa mondiale di danza sportiva, Arsen Agamalyan, abbia condiviso il video di una competizione della ragazza scrivendo: “Ora avrà per sempre 17 anni“.

L’insegnante ha raccontato di aver visto crescere Victoria, e di come fosse diventata bravissima in tempi brevi.

“Ci sono alcuni giovani ballerini che diventano altrettanto bravi che i loro insegnanti molto rapidamente, se non meglio. Victoria era una di loro” ha aggiunto Agamalyan.

“Tutto quello che doveva fare era aspettare (la pandemia), ma non poteva. Credo davvero che ora stia ballando tra le stelle. Niente più dolore, niente più sofferenza”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!