Possibile focolaio di Covid in due basi americane a Okinawa: 61 marines positivi

focolaio okinawaDue basi sono state messe in lockdown per un possibile focolaio di coronavirus. Il numero di marines contagiati è cresciuto esponenzialmente in pochi giorni

Decine di casi di coronavirus tra i marines di stanza sull’isola di Okinawa. Ne dà notizia il Bankok Post, che parla di almeno 61 casi accertati in quello che si presume e si teme sia un nuovo focolaio di Covid-19 in Giappone. La conferma delle decine di contagi è arrivata anche dal governatore di Okinawa Denny Tamaki il quale rivolgendosi all’esercito americano ha chiesto che venga fornita una spiegazione adeguata di quanto sta accadendo nelle basi militari di Futenma e di Camp Hansen. Entrambe le basi sono state messe in lockdown: le forze statunitensi hanno riferito al governo di Okinawa che i casi di positività sono stati confermati tra le giornate di martedì e sabato.

Il governatore di Okinawa è molto preoccupato

Inizialmente si parlava di alcune dozzine ma i funzionari locali hanno in seguito parlato di 61 contagi accertati; un numero davvero preoccupante considerato il fatto che dall’inizio della pandemia sull’isola giapponese erano stati riscontrati solo 148 casi di Covid-19. “Abbiamo forti dubbi sulle misure prese dalle truppe statunitensi per prevenire la diffusione del virus” ha dichiarato il governatore nel corso di una conferenza stampa.