Scoperta enorme faglia nel sottosuolo del Nepal: rischio di violenti terremoti in zone popolate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:38

in nepal scoperta una nuova fagliaSecondo gli esperti non ci sono dubbi: nel sottosuolo del Nepal sudorientale è presente una faglia potenzialmente pericolosa. Potrebbe dare origine a terremoti violenti

È una scoperta preoccupante quella fatta da un team di ricercatori dell’Università dell’Alberta nel sottosuolo del Nepal sudorientale. Una pericolosa faglia che potrebbe provocare, secondo gli esperti, violentissimi terremoti in un’area particolarmente popolata. Premesso che il Paese è stato colpito nel 2015 da un violento terremoto che provocò la morte di 9mila persone ed il ferimento di altri 20mila cittadini, la scoperta assume una connotazione ancora più preoccupante: per di più non sembrerebbe essere collegata al precedente terremoto poichè ubicata in una diversa regione del Paese esponendo anche questa zona, ancora più popolata, al rischio di sismi di notevole entità.
Tra gli autori dello studio c’è John Waldron il quale ha spiegato che il team di lavoro ha individuato, ai piedi della catena montuosa dell’Himalaya, una serie di fratture mai viste prima. E considerato il fatto che la zona anteriore del movimento tettonico della fascia montuosa dell’Himalaya risulterebbe essere ubicata in un punto diverso da quello dei precedenti calcoli (più a sud di 40 km) nel sottosuolo potrebbe esistere una rete di faglia molto più grande ed estesa di quanto si pensasse.

rischio terremoti violentiRischio di scosse di diversa intensità: il motivo è lo spostamento “a scatti”

“Abbiamo scoperto – ha sottolineato Waldron – che una parte sostanziale di quest’area ha una faglia quasi orizzontale sotto di essa che ha il potenziale per scivolare e causare un terribile terremoto”. Per arrivare alla scoperta sono stati usati i profili sismici raccolti con onde sonore durante diverse fasi esplorative avviate per individuare petrolio nel sottosuolo. I risultati non lasciano dubbi: è concreto il forte rischio, nel futuro, di potenziali movimenti tellurici. Il Nepal deve fare i conti con un’instabilità generata dallo scontro tra il subcontinente indiano e l’Asia che a partire da 50 milioni di anni fa ha dato forma alla catena montuosa dell’Himalaya. Il fatto che lo spostamento avvenga a scatti ha come conseguenza il rischio di terremoti di intensità differenti.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!