Burger King salva il mondo cambiando la dieta alle sue mucche: meno peti e meno metano

Insegna di un ristorante Burger KingLa nota catena di fast food Burger King ha annunciato di aver introdotto una nuova dieta giornaliera per il bestiame che ridurrà l’emissione di metano.

Da qualche anno a questa parte le catene di fast-food si stanno ammodernando al fine di offrire ai propri clienti un pasto il più salutare possibile. Burger King è una delle catene che s’impegna maggiormente nel rispetto delle regole alimentari e dell’ambiente circostante. Dopo aver eliminato ogni genere di conservante chimico dai propri prodotti, adesso il colosso americano si sta impegnando a ridurre l’emissione di gas metano nei propri allevamenti.

Leggi anche ->Bevono disinfettante per le mani contenente metanolo: tre vittime ed un caso di cecità nel Nuovo Messico

L’emissione del gas naturale, uno dei maggiormente diffusi ed inquinanti al mondo, è dovuta ai prodotti di rifiuto che producono quotidianamente le mandrie di mucche. Per ridurlo la catena di fast food si è rivolta ad un gruppo di studiosi dell’Università della California, i quali si sono impegnati nell’esaminare le abitudini alimentari degli animali per capire in che modo questi producessero maggiormente il gas. Il risultato degli studi è stato che le mucche producono la maggior parte di metano attraverso la flatulenza, motivo per cui hanno studiano una dieta giornaliera che permette di eliminare il problema.

Leggi anche ->Accende petardo sopra un tombino da cui fuoriesce metano: ragazzino vivo per miracolo – VIDEO

Nuova dieta per le mucche degli allevamenti Burger King: alimenti a base di citronella e alghe

Allevamento di muccheGli studiosi hanno scoperto che l’utilizzo di citronella e alghe nel cibo giornaliero delle mucche permette l’introduzione di enzimi che eliminano la produzione di metano all’interno dello stomaco di bovini. Così hanno deciso di cambiare la dieta del bestiame in modo tale da evitare l’eccessiva produzione di metano. La nuova carne senza metano ha debuttato in alcuni ristoranti Burger King ad Austin, Portland e New York. Solo i clienti di questi ristoranti potranno capire cosa sia cambiato nel gusto dopo il cambio di dieta.