Sanremo 2021, squadra che vince non si cambia: Colletta conferma Amadeus e Fiorello

Amadeus a Sanremo

Il Festival di Sanremo del 2020 è stato un successo per Amadeus, con l’edizione che ha registrato il 54,78% di share (come non si vedeva da oltre 20 anni – e 20 anni fa non c’era il digitale terrestre).

E così – seguendo l’adagio che squadra che vince non si cambia – il direttore di Rai Uno Stefano Colletta ha confermato (come già preannunciato, d’altra parte) Amadeus alla guida del festival della canzone italiana anche per la prossima stagione televisiva.

L’annuncio ufficiale è giunto in occasione della presentazione dei Palinsesti Rai: il Festival sarà nuovamente condotto da Amadeus (con Fiorello come apprezzatissima spalla che stavolta non sarà semplicemente spalla – detto che uno come il siciliano spalla non può mai essere) e si svolgerà dal 2 al 6 marzo.

Queste le parole di Colletta: “Sanremo sarà affidato di nuovo ad Amadeus, persona misurata e garbata, grande intrattenitore, e a Fiorello. Sarà un Sanremo che ci riaprirà alla nostra normalità”.

La speranza è che da qui ad allora l’emergenza sanitaria legata al coronavirus sia del tutto venuta meno: “Per Sanremo, non può esserci un piano B. Abbiamo differito la kermesse al 2-6 marzo. Speriamo di poterlo fare nella formula tradizionale. Sanremo, non lo vedo diversamente”.

Per quanto riguarda Sanremo Giovani è in programma un nuovo format dedicato alla selezione degli artisti emergenti che formeranno poi il cast del Festival dei giovani: sarà un vero e proprio talent, si chiamerà Ama Sanremo e sarà composto da cinque puntante che andranno in onda in seconda serata in autunno.

(La foto non è indicativa delle presenze femminili durante Sanremo 2021)