Coronavirus: 21enne ignora il consiglio ed esce senza mascherina. Ora il padre è in terapia intensiva

Jhon Place, di anni 42, con la moglie e la figlia

Le raccomandazioni dei genitori fanno sbuffare e lamentare i figli, ma spesso sono proprio quei consigli che potrebbero salvarci la vita. E’ il caso del 21enne della Florida che ha contratto il coronavirus dopo una serata fuori con alcuni amici, un’uscita che si è rivelata fatale per la sua famiglia, portando il padre di 42 anni in terapia intensiva.

Era uscito senza mascherina, una decisione che gli è costata cara

A causare la gravissima condizione medica di Jhon Place, di anni 42, è stata la scelta scellerata del figlio di non ascoltare una semplice raccomandazione del padre, quella di indossare la mascherina. Il figlio di Jhon ha ignorato il consiglio, decidendo di fare una serata fuori con alcuni amici durante la quale il 21enne ha contratto il coronavirus. E’ facile immaginare quello che sia accaduto dopo: il ragazzo, una volta ritornato a casa, ha infettato tutta la sua famiglia. A pagarne maggiormente le conseguenze di questa mancata attenzione verso l’utilizzo dei dispositivi sanitari di protezione individuale è stato suo padre Jhon, attualmente in terapia intensiva. Il 42enne è adesso attaccato al ventilatore, mentre lotta fra la vita e la morte: l’uomo è infatti un soggetto particolarmente a rischio dal punto di vista sanitario, essendo diabetico e in sovrappeso. 

Il ragazzo ha infettato tutta la famiglia nonostante le continue raccomandazioni

Anche la madre del ragazzo, Michelle Zymet, aveva raccomandato caldamente a suo figlio di non uscire, o per lo meno di indossare la mascherina; ma il figlio continuava a sminuire la situazione e a rassicurare la madre: “Mi ha sempre assicurato, ‘Non preoccuparti, mamma. Sto facendo tutto bene, rilassati, rilassati”, ha raccontato alle telecamere di 7 News Miami la Zymet. Ma è bastato abbassare solo una volta la guardia per infettare tutta la sua famiglia, compresa la sorellina di 6 anni e il fratello di 14. Il 21 enne, che ha preferito mantenere l’anonimato, ha inizialmente creduto che si trattasse di un semplice raffreddore.

Secondo Michelle Zymet, molto probabilmente il figlio è stato soggetto ad una pressione dei suoi coetanei: sono attualmente tantissimi gli adolescenti che, per non sembrare deboli o rispettosi delle regole, decidono in modo incosciente di non indossare la mascherina. Ma questo caso ci insegna che la spavalderia spesso si paga molto cara. 

Leggi anche -> Coronavirus, uomo positivo esce di casa e porta a spasso il cane (senza mascherina)

Leggi anche -> Coronavirus: 17enne sopravvissuta al cancro muore dopo essere stata portata dalla madre ad una festa di liberazione dal lockdown

Leggi anche -> Coronavirus, Matteo Salvini mano nella mano con la fidanzata: scoppia la polemica da quarantena