Il porno fa male: una ricerca sembra aver trovato una connessione fra film hard e disfunzione erettile

Secondo una recente ricerca, più grande è il quantitativo di porno guardato al giorno maggiore è la possibilità di avere una disfunzione erettile.

Sin da quando internet è entrato a far parte delle nostre vite, la diffusione di contenuti e siti pornografici ha avuto un incremento che sembra non conoscere fine. Al di là del permettere un accesso più semplice a contenuti hard, questa caratteristica del mondo di internet quali conseguenze ha avuto nei rapporti interpersonali uomo-donna? Questo è esattamente il quesito alla base dello studio portato avanti dal professor Gunter de Win dell’Università di Antwerp.

Leggi anche ->Cosa significa milf, la parola che dal porno è stata ormai sdoganata

Lui ed i suoi collaboratori hanno preparato un questionario composto da 118 domande nelle quali si cerca di capire quanto porno, quale tipologia di porno gli uomini guardano. Ma anche se le loro abitudini cambiano con il consumo continuo di video e se questo ha influito sulla loro vita sessuale. Il questionario è stato compilato da 3.267 uomini tra il Belgio e l’Olanda.

Leggi anche ->Coronavirus, porno gratis per le aree maggiormente colpite. XHamster: “Rimanete in casa”

Porno e disfunzione erettile: i risultati dello studio

Il primo risultato dello studio è che gli uomini che hanno risposto a questionario guardano in media 70 minuti di porno a settimana. Il tempo medio impiegato davanti ai video oscilla tra i 5 ed i 15 minuti. Ovviamente c’è chi impiega molto più tempo davanti a contenuti hard e chi anche molto meno. Il risultato ritenuto più importante però è la possibile connessione tra disfunzione erettile e contenuti pornografici. Il professor de Win infatti rivela al ‘Medical Express‘ che circa il 23% degli under 35 manifestano problemi di erezione o mantenimento della stessa.

Un dato che lo studioso non si attendeva così alto: “Abbiamo scoperto che c’è una forte connessione tra il tempo speso davanti ai porno e le crescenti difficoltà ad avere un’erezione con la partner”. Il motivo potrebbe essere legato alla mancanza di eccitazione. Il 65% dei soggetti che hanno risposto al questionario, infatti, ritengono il porno più eccitante del sesso con la fidanzata.

Tuttavia il professore sottolinea che bisogna prendere i risultati con il beneficio del dubbio: “Dobbiamo capire cosa significano e cosa no. Si tratta di un questionario piuttosto che di una sperimentazione, ed è possibile che gli uomini che hanno risposto non siano rappresentativi dell’intera popolazione maschile”.