Bimbo gioca in spiaggia, coccodrillo lo afferra per la testa: è gravissimo

bambino attaccato da un alligatore in spiaggiaStava giocando vicino alla foce di un fiume con la sorellina quando un grosso alligatore lo ha attaccato. Il bimbo lotta tra la vita e la morte

Stava giocando in spiaggia insieme alla sorellina quando improvvisamente un coccodrillo lo ha raggiunto e attaccato. Il drammatico e spaventoso episodio è avvenuto sul litorale di una nota città turistica messicana, Ixtapa, nello stato di Guerrero e ha avuto conseguenze tragiche: il piccolo di 6 anni, stando a quanto riportato dai media locali, è stato trasportato urgentemente in ospedale dove si trova ricoverato in condizioni disperate, lottando tra la vita e la morte. Tutto è accaduto nel pomeriggio di martedì: il bimbo e la sorella stavano esplorando un estuario nei pressi della spiaggia di El Palamar. Questa zona è nota per l’alta presenza di coccodrilli che il personale dell’hotel nel quale la famiglia dei fratellini alloggiava nutre con regolarità attirando così i turisti che scattano foto e realizzano video ricordo. Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni quando il coccodrillo, lungo 3 metri, ha attaccato il piccolo, questi stava giocando non lontano da una zona recintata sotto un ponte.

Coccodrilli sulle spiagge in aumento a causa della pandemia di Coronavirus

L’alligatore ha afferrato il bambino per la testa per poi trascinarlo in acqua; intanto lo ha morso ripetutamente alla testa ma anche alle gambe e al petto. Un attacco interminabile: per almeno dieci minuti il bimbo sarebbe rimasto in balia del coccodrillo, molto spesso finendo completamente sott’acqua. Nel tentativo di salvarlo i turisti, i bagnini e gli operatori hanno tirato contro il coccodrillo sassi ed altri oggetti, cercando in tal modo di spaventarlo ma non è stato facile farlo allontanare. Fortunatamente ad un certo punto ha lasciato il bimbo che è stato così soccorso ed intubato, dal momento che durante il trasporto in ospedale ha perso conoscenza. I medici hanno riscontrato ferite estremamente gravi e ad oggi il piccolo non può ancora dirsi fuori pericolo. Chi vive in zone popolate da coccodrilli racconta che in questo periodo il loro numero sulle spiagge è in aumento, conseguenza del lockdown legato alla pandemia di Coronavirus.