Neanche il Coronavirus ferma la mattanza dei cetacei: in 300 massacrati a coltellate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:23

uccisi 300 cetaceiLe acque intorno alle isole Faroe si sono tinte di rosso anche quest’anno: 300 tra globicefali e delfini sono stati massacrati durante la prima Grindadrap del 2020

Gli animalisti che si auguravano che la pandemia di Coronavirus fermasse, almeno per quest’anno, la mattanza dei cetacei alle isole Faroe, hanno dovuto ricredersi di fronte alle strazianti e terribili immagini delle acque tinte di rosso in seguito alla prima Grndadrap del 2020. Nel corso della giornata inaugurale di caccia “tradizionale” infatti ben 252 globicefali (Globicephala melas) e 35 delfini della specie lagenorinco acuto (Lagenorhynchus acutus) sono stati uccisi, conseguenza questa dell’autorizzazione data dal ministro della Pesca Jacob Vestergaard. Alle Faroe la pesca è stata autorizzata dallo scorso 7 luglio, dopo lo stop legato alla pandemia di Coronavirus. E così decine di persone armate di lame di vario tipo hanno iniziato, come accade ogni anno, ad infierire sui cetacei colpendoli fino ad ucciderli. Prima però gli animali vengono spaventati, usando le imbarcazioni per spingerli verso riva fino a spiaggiarsi. Ad assistere all’orribile mattanza c’erano molte persone e tante famiglie con bambini.isole faroe, mattanza cetacei

Cetacei spinti a riva a massacrati a colpi di lame

Le lame sono state piantate dietro la testa dei cetacei per poi recidere loro il midollo spinale. Il mare, in conseguenza di questo gesto truce, si tinge di rosso. Quest’anno il massacro si è consumato in una baia di Hvalba, un villaggio di Suðuroy, ovvero l’isola più a sud dell’arcipelago formato da diciotto isole, il 16 luglio. I mammiferi, avvistati al largo di Sandvik, sono stati circondati dalle imbarcazioni che li hanno fatti sfiancare obbligandosi ad avvicinarsi alla costa dove, ad attenderli, c’erano gli uomini pronti ad ucciderli, adulti e cuccioli.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!