Atterraggio sulla Luna, la “prova inconfutabile” che non è mai avvenuto – VIDEO

Di recente il video di una nota teoria cospirazionista sull’atterraggio sulla Luna è stato ripubblicato su Youtube e dimostrerebbe che si tratta di un fake.

Il 20 luglio del 1969, il mondo intero ha osservato l’attimo in cui la navicella spaziale della Nasa con a bordo i due astronauti Neil Armstrong e Buzz Aldrin è atterrata sulla Luna. Si è trattato di un momento storico, poiché era la prima volta che un essere umano riusciva ad atterrare su una superficie differente da quella terrestre. Tuttavia con il passare degli anni la conquista statunitense è stata messa in dubbio da alcuni cospirazionisti.

Leggi anche ->La sonda spaziale cinese alla scoperta del lato oscuro della Luna

Secondo questi, infatti, l’atterraggio lunare visto da milioni di persone altro non era che un film girato all’interno di uno studio cinematografico che si troverebbe all’interno dell’Area 51. Probabilmente si tratta delle stesse persone che ritengono che il governo nasconda alieni e tecnologia aliena nella stessa base. Ma al di là di questa considerazione, la teoria del falso atterraggio sulla Luna è stata anche supportata da un libro scritto da Bill Kaysing ed intitolato “Non siamo mai andati sulla Luna” (auto prodotto e pubblicato nel 1974).

Leggi anche ->Un seme cresce sulla Luna, sembra fantascienza ma è vero

Atterraggio sulla Luna: la teoria di Bill Kaysing

Redattore tecnico alla Rocketdyne per decenni, Kaysing basa la sua teoria su osservazioni tecniche. La spiegazione della stessa è stata fornita dal tecnico in pensione in un’intervista concessa nel 2001, intervista che successivamente è stata pubblicata su Youtube e che viene tirata fuori dai cospirazionisti in prossimità dell’anniversario dell’atterraggio. La prima prova sarebbe di tipo fisico e consiste nell’assenza di un cratere nel luogo di atterraggio della navetta.

Kaysing infatti spiega: “So che i propulsori della navetta lunare avrebbero dovuto creare un enorme cratere. Avrebbe dovuto sfregare la superficie lunare, spazzare via rocce, sabbia ed il resto per creare un cratere grande abbastanza da permettere alla navetta lunare di affondare in esso”. Eppure secondo il tecnico osservando la superficie lunare non c’è traccia di un simile cratere dove è atterrata la navetta.

L’altra prova riguarda la trasmissione stessa ed il fatto che Armstrong è stato in grado di fare una cronaca dell’atterraggio. A tal proposito il tecnico affermava: “Armstrong parla attraverso un microfono dell’atterraggio sulla luna ed è praticamente seduto su un razzo che produce un rumore pari a 140-150 decibel. Bene, sappiamo che è praticamente impossibile sovrastare un simile rumore con una voce umana normale dall’interno della navetta spaziale”.