Rosanna Vaudetti, Maria Giovanna Elmi e la storia delle signorine buonasera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:44

La storia delle “signorine buonasera”, da Rosanna Vaudetti a Maria Giovanna Elmi.

Questo pomeriggio, Rosanna Vaudetti e Maria Giovanna Elmi sono state ospiti a “Io e te”, programma condotto da Pierluigi Diaco dal lunedì al venerdì su Raiuno. Le due storiche annunciatrici Rai si sono raccontate a lungo, tra carriera e vita privata. Ampio spazio è stato dato al loro ruolo, svolto in passato, soprattutto sulla prima rete nazionale, di “signorine buonasera”.

Con la locuzione “signorine buonasera”, venivano definite le annunciatrici della Rai (ed in seguito anche quelle di tv private, locali e nazionali) che avevano il compito di annunciare la programmazione televisiva. Il ruolo principale delle annunciatrici era quello di raccordare tra loro i programmi trasmessi dal canale televisivo, annunciando il palinsesto della giornata, segnalare eventuali cambi di programmazione, dare annunci istituzionali per conto della Rai, ed essere pronte ad intervenire entrando in onda in diretta in caso di interruzioni di trasmissione per motivi tecnici. Per questo motivo, per decenni gli annunci sono stati trasmessi rigorosamente in diretta. Per molti anni, tra i compiti delle annunciatrici Rai vi era anche la lettura delle previsioni meteo.

La prima storica “signorina buonasera” fu una giovanissima Fulvia Colombo, ma negli anni furono diverse le annunciatrici che diventarono delle vere e proprie icone della tv italiana. Tra queste, le più famose sono, senza dubbio, Rosanna Vaudetti e Maria Giovanna Elmi.

Biografia e curiosità su Rosanna Vaudetti e Maria Giovanna Elmi

Rosanna Vaudetti è nata ad Ancona, il 19 dicembre 1937. Nata da Tito Vaudetti ed Ersilia De Felice, durante il periodo bellico con la famiglia fu sfollata nel paese di San Ginesio (Macerata). Tornata poi ad Ancona, frequentò le scuole elementari, medie ed il liceo; in quest’ultimo periodo ebbe anche esperienze teatrali. Laureata in scienze politiche, dopo aver tentato la carriera giornalistica si è affermata come signorina buonasera, entrando in Rai vincendo un concorso nel 1961. Il suo, è stato il primo volto trasmesso in Italia a colori, durante le prove tecniche realizzate il 26 agosto del 1972 in occasione dei Giochi olimpici di Monaco. La Vaudetti è stata attiva come signorina buonasera dagli studi Rai di Torino dal 1961 al 1965, poi venne trasferita in quelli di Milano, in cui rimase fino al 1969, anno in cui si spostò definitivamente alla sede Rai di Roma. Sempre in Rai, è stata conduttrice di diversi programmi televisivi, come “Giochi senza frontiere” e “Un disco per l’estate”.

Maria Giovanna Elmi è nata a Roma, il 25 agosto 1940. Dopo aver conseguito il diploma di maturità classica, si iscrive all’Università di Roma, frequentando la facoltà di lettere moderne per quattro anni. Partecipa ad un concorso indetto dalla rivista settimanale femminile “Grazia” per diventare fotomodella e si classifica al primo posto, venendo così notata dal settore pubblicitario e ottenendo alcuni ingaggi per spot pubblicitari di vari prodotti. Nel 1967, partecipa, con una piccola parte, al film “Quando dico che ti amo”.

Inizia a lavorare in Rai come annunciatrice dal 1968, venendo assegnata alla sede di Roma, ma la sua popolarità è cresciuta grazie alla conduzione della trasmissione per bambini “Il dirigibile”, nella quale affiancava il cantante Mal, interpretando la fata Azzurrina, ruolo che le è poi rimasto cucito addosso nel tempo, tanto da essere soprannominata “la fatina” anche negli anni successivi.

Maria Rita Gagliardi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!