Lo credono morto e gli fanno il funerale: trovato mesi dopo mentre vaga nel cimitero

l'uomo era vivoUn uomo creduto morto dalla famiglia è stato seppellito dopo il funerale. Ma il corpo non era il suo: settimane dopo lo hanno trovato mentre camminava in un cimitero

Ha a dir poco dell’assurdo quanto accaduto in un sobborgo del Cairo dove un uomo, dato per morto, è stato trovato in vita mentre vagava per il cimitero, il tutto dopo il suo funerale. La persona in questione si chiama Mohammed El-Gammal, un 40enne che soffriva di un disturbo mentale e che quattro mesi fa è stato dato per morto dalla famiglia che, per questo, gli ha anche organizzato e fatto il funerale. Ma trascorse diverse settimane, è stato notato mentre camminava in un cimitero nel villaggio di Kafr Al-Hosar, un sobborgo del Cairo. Sul posto è intervenuta la polizia che, come riportato dal giornale francese Ouest-France, è stato condotto nel vicino commissariato dove gli agenti hanno provveduto ad identificarlo, scoprendo che pochi mesi prima era stato officiato il suo funerale.

Lo avevano identificato come loro parente ma non era lui

Secondo quanto emerso ascoltando le testimonianze dei parenti il 40enne, ex insegnante, aveva già abbandonato casa in passato. L’ultima volta però non ha più fatto rientro a casa e la famiglia, preoccupata nel non avere più sue notizie, ha iniziato a cercarlo. Finchè dal vicino ospedale è stato detto loro che era stato rinvenuto un cadavere non identificato. Giunti nella camera mortuaria la famiglia lo ha identificato come Mohammed, ad eccezione di una delle sorelle che sin dal principio si è mostrata scettica. Nonostante questo la procedura è comunque andata avanti ed il funerale è stato fatto. Ora bisogna capire chi sia l’uomo che è stato seppellito pensando si trattasse dell’ex insegnante. Pertanto è stata avviata un’indagine.