Maltempo in Lombardia oggi: le immagini della bomba d’acqua su Milano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:49

Ieri sera emanata allerta arancione dalla Protezione civile per la Lombardia e per l’Emilia-Romagna dopo il mal tempo causato da una perturbazione atlantica. Esondato il fiume Seveso, più di 100 i vigili del fuoco coinvolti per affrontare l’emergenza. Tantissime le segnalazioni e i video pubblicati dagli utenti Twitter

Bomba d’acqua su Milano, con scariche violente di pioggia che si sono verificate a partire dall’alba. Quasi da tradizione, oramai, il fiume Seveso è inondato, andando ad ostruire moltissimi sottopassaggi. Tanti gli automobilisti bloccati in macchina, come testimoniato dalle numerose chiamate effettuate ai vigili del fuoco: la prima chiamata giunta al centralino è arrivata alle 6.14, poco dopo le ore 9 erano già 50 le segnalazioni effettuate. 

 

La situazione nel milanese

I sottopassi più interessati dall’allagamento sono stati quelli tra le vie Arbe e Sarca zona Niguarda, nelle quali sono stati soccorsi molti automobilisti. Una delle zone più critiche è stata quella del comune di Paderno Dugnano, dove alcune persone rimaste bloccate all’interno dei veicoli sono state estratte in modo celere dai soccorsi. Allagati anche ascensori e cantine, e sono in fase di smaltimento le segnalazioni inerenti alberi divelti e cornicioni pericolanti. Bloccata per alcune ora anche la circolazione dei treni nelle stazioni fra Cadorna e Bovisa, ripresa fortunatamente dopo poche ore grazie gli interventi di manutenzione effettuati dai tecnici di Ferrovie Nord.

Nel bergamasco danneggiato anche l’aeroporto

Danneggiata anche la copertura dell’aeroporto di Orio al Serio, con forti infiltrazioni d’acqua all’interno del terminal. La società che gestisce lo scalo aeroportuale, la Sacbo, è intervenuta tempestivamente per effettuare una manutenzione di emergenza che potesse permettere il ripristino dei voli programmati. La struttura e il relativo parcheggio sono ora nuovamente accessibili, a differenza di alcuni sottopassi a Bergamo che sono attualmente inagibili. La zona del bergamasco è stata colpita da forti raffiche di grandine e vento, che hanno anche qui scoperchiato tetti e causato danni di vario tipo. Non vi sono, per fortuna, civili rimasti feriti.

A Cremona, invece, una forte tromba d’aria si è abbattuta sulle città di provincia, causando la rottura delle linee della corrente elettrica e lo scoperchiamento dei tetti.

L’allerta ora si estende su molte regioni italiane

Dopo l’allerta arancione emanata dalla Protezione Civile per Lombardia ed Emilia Romagna, ora si prevede che il maltempo possa estendersi su molte altre regioni d’Italia; sotto osservazione ora le Marche e la Toscana settentrionale, che potrebbero essere soggette a forti temporali, grandinate e fulmini. Estesa l’allerta gialla alla regioni Abruzzo, Liguria, Marche, Piemonte, Friuli Venezia Giulia,Toscana Settentrionale, Lombardia, Veneto, Umbria e alla provincia autonoma di Trento.

 

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!