Vuole un gioco per la Playstation ma l’amica non può comprarglielo: 28enne le avvelena il caffè

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:59

Non gli compra il gioco, lui la avvelena

Avvelena la sua amica per settimane per vendicarsi del rifiuto di lei a regalargli un gioco della Playstation. Ecco cosa emerso dalla sentenza.

Denise Smith, 66 anni, soffriva di vertigini, confusione e stanchezza estrema, senza conoscerne le cause. Queste sono emerse quando il suo amico e coinquilino Christopher Connolly ha chiamato la polizia credendo di averla uccisa.

All’epoca dei fatti, avvenuti nel 2018, Connolly aveva 28 anni e covava un profondo risentimento nei confronti dell’amica, “colpevole” di avergli negato un gioco della Playstation.

Per vendetta Connolly iniziò a somministrare a Denise un mix di antidolorifici, narcotici e antidepressivi, nascondendoli nella bevanda da lei più consumata, il caffè.

Dopo molte settimane la donna stava talmente male che Connolly, credendo di averla uccisa, chiamò la polizia. Trasportata urgentemente all’ospedale di Menway, nel Kent, la donna si è salvata, riportando però perdite di memoria ed insonnia, di cui soffre ancora oggi.

Il processo all’avvelenatore

L’uomo, dichiaratosi colpevole, è stato arrestato per lesioni volontarie. Durante il processo sono emersi molti elementi chiarificatori, che tratteggiano l’uomo come un bambino viziato. Connolly aveva chiesto in regalo  il gioco ‘Red Dead Redemption 2’ dal costo di 50 £, ma la donna, che aveva appena cambiato casa, non poteva permettersi altre spese.

La donna ha raccontato di averlo preso in casa per aiutarlo. Il ragazzo, amareggiato dal mancato regalo, ha iniziato a drogare i caffè di Denise, che ne assumeva almeno 10 al giorno, fino a renderla inabile e costretta a letto.

Il Daily Star racconta che Denise aveva conosciuto Connolly nel 2014 quando lui si offrì volontario per occuparsi del cane di lei, uno American Staffordshire di nome Mollie.

Durante il ricovero in ospedale, dalle analisi della donna è emerso come avesse in corpo un cocktail di 11 farmaci, 8 dei quali non le erano stati prescritti.

Connolly sta ora scontando 4 anni di carcere per aver causato danni fisici permanenti intenzionalmente.

Leggi anche => Morta la testimone chiave del processo Ruby, spunta l’ipotesi avvelenamento

Leggi anche => Lancia il ghiaccio secco in piscina durante la festa. Due giovani morti per avvelenamento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!