La canna da pesca trapassa tutto il corpo. Salvato dai chirurghi, 13enne vivo per miracolo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:22

canna da pesca ragazzoUn ragazzo è sopravvissuto miracolosamente dopo essere stato “infilzato” dalla sua stessa canna da pesca.

Il fatto è avvenuto lo scorso 5 luglio. L’adolescente, che vive in Russia, stava tornando in bicicletta da una giornata sul fiume, quando ad un certo punto è caduto dal mezzo.

La canna da pesca del 13enne ha trapassato tutto il suo corpo, dall’addome alla schiena. Il giovane è stato soccorso e immediatamente trasportato all’Ospedale n. 2 di Voskresensk, nella regione di Mosca, dove i medici si sono avvalsi del consulto di alcuni esperti per capire come intervenire sul ragazzo.

La procedura, infatti, era piuttosto complicata perchè la canna da pesca era a mezzo centimetro dal trafiggere una vena vitale: sarebbe bastato un piccolissimo errore per non riuscire a salvargli la vita.

Il ragazzo si è salvato “per una fortunata coincidenza”

“Il ragazzo era seduto sul tavolo operatorio con la ‘punta’ che gli usciva dal petto”, ha detto Andrey Zverev, capo del reparto chirurgico.

Nonostante le oggettive difficoltà, i chirurghi sono riusciti a operare con successo e il ragazzo è stato rimandato a casa dopo 12 giorni di convalescenza. Il dottor Yuri Raikhman ha spiegato al quotidiano britannico “Mirror” che il ragazzo si è salvato solo “per una fortunata coincidenza” e che sarebbe bastato mezzo centimetro in più per rendere vano ogni sforzo.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!