Aggressione a sfondo razzista: 21enne investito violentemente in strada rimane sfregiato a vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:25

Investito e insultato da alcuni razzisti, il 21enne inglese che lavora in ospedale è ora terrorizzato ad uscire di casa

Terribile attacco razzista a Bristol, dove un ragazzo 21enne impiegato al NHS (National Health Service), ovvero il il sistema sanitario nazionale in vigore nel Regno Unito, è stato investito appositamente da alcuni razzisti.

Il ragazzo è stato sfregiato a vita

Quando si è verificato l’incidente, il 21enne, nome d’arte musicale Kdogg, si stava dirigendo verso la fermata dell’autobus dopo aver finito di lavorare presso il Southmead Hospital di Bristol; erano le 22.20 di mercoledì 22 luglio. Ad un certo punto, secondo quanto riportato da alcuni testimoni, un’Honda Accord blu scuro si è lanciata contro K prima che i due uomini gridassero insulti razzisti contro di lui. Gli aggressori sono poi fuggiti a tutta velocità mentre K, scaraventato su un muro, ha iniziato a sanguinare copiosamente per alcune gravi ferite riportate. Provvidenziale l’intervento dei testimoni presenti, che sono riusciti a salvargli la vita conducendolo immediatamente presso il Southmead Hospital, dove è stato riconosciuto dai suoi colleghi. K, una volta ricoverato, ha subito un primo intervento di emergenza di chirurgia maxillo-facciale; i medici quella sera hanno scoperto che aveva anche gamba,naso e zigomi rotti. Le sue ferite sono così gravi che non riesce a salire le scale di casa e può dormire solo su una sedia con un’angolazione di 45 gradi.

La polizia ha chiuso Monks Park Avenue a Southmead, Bristol, a seguito dell’attacco

“Quando sono tornato a casa mi sono guardato allo specchio ed è allora che ho visto”, ha detto K, che ha aggiunto “il dottore ovviamente ha detto che guarirà, ma avrò i segni sulla faccia per il resto della mia vita”.

“Non mi sento più sicuro di fare nulla”

La vicenda ha inevitabilmente segnato per sempre la vita di K, che ora si dice terrorizzato ad uscire di casa e non più sicuro di fare qualsiasi gesto quotidiano. K è ora supportato dall’associazione benefica Stand Against Racism & Inequality (Sari) che lotta contro gli attacchi razzisti e discriminatori in Inghilterra. Come riportato dal Daily Star, K, oltre che lottare per la sua ripresa fisica, dovrà ora trovare la forza di riprendersi anche psicologicamente: “Ovviamente anche mentalmente, sono traumatizzato. Non so nemmeno se potrebbe succedere di nuovo”, ha detto il ragazzo.

Il terribile incidente vissuto da K ha scosso profondamente anche la sua famiglia e i suoi amici, preoccupati per le conseguenze fisiche e psicologiche del 21enne e terrorizzati dal fatto che potrebbe succedere da un momento all’altro anche a loro. 

Leggi anche -> Amir, calciatore, picchiato dal branco a Napoli. L’allenatore: “Aggressione razzista. Renderete conto a Dio” 

Leggi anche -> “Ne**o di me**a”, 20enne preso a calci e pugni. Aggressione razzista a Palermo

Leggi anche -> Polizia fa irruzione in casa e arresta 12enne con una pistola finta: la denuncia della madre contro il razzismo

 

 

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!