Oliviero Toscani e l’immigrazione: “Non saremo civili finché non ci sarà la libera circolazione dell’essere umano”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:59

Fanno discutere le parole del fotografo Oliviero Toscani durante la puntata di ieri de L’Aria che Tira.

Il noto fotografo è intervenuto su diversi aspetti, ma sono due principalmente quelli che hanno creato una eco maggiore.

In primo luogo, le parole inerenti il tanto discusso intervento del cantante Andrea Bocelli durante l’evento intitolato ‘Covid-19 tra informazione, scienza e diritto’:

“È stato messo di mezzo in quell’incontro assurdo. Non è che uno debba conoscere un ebreo che è stato ad Auschwitz per credere ad Auschwitz. C’è questa pandemia e c’è ancora e forse siamo troppo ottimisti. Ma questo va bene, meglio essere ottimisti che pessimisti”.

Quindi, sul tema immigrazione di cui s’è tornato a parlare con insistenza in questi giorni:

“Non saremo civili finché non ci sarà la libera circolazione dell’essere umano nel mondo. Così come i prodotti, le merci, possono girare il mondo, io essere umano non posso girare il mondo. E’ pazzesco, non siamo civili. L’immigrazione sarà la ricchezza del futuro. Finché non si capirà questa cosa qui non ci sarà futuro”

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!