Abolito il distanziamento sociale sui treni, arriva l’alt del ministro Speranza: “Giusto restino le regole applicate finora”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:18

Speranza con mascherina

Dopo le polemiche – di cui potete leggere in abbondanza di seguito – arriva lo stop alla decisione del Governo di eliminare l’obbligo di distanziamento sui treni a lunga e a media percorrenza, consentendo così ai convogli di viaggiare al 100% della loro capienza.

L’alt è arrivato direttamente dal ministro della Salute Roberto Speranza, che ha firmato un’ordinanza in materia: “È giusto che sui treni restino in vigore le regole di sicurezza applicate finora. Non possiamo permetterci di abbassare il livello di attenzione e cautela”

Di seguito, l’articolo prima dell’aggiornamento delle 16

Abolito il distanziamento sociale sui treni: #trenitalia è trend topic ed esplode la polemica su Twitter

Trenitalia

Da quest’oggi Italo e Trenitalia non devono più osservare le norme di distanziamento sociale, né sulle linee a lunga percorrenza né su quelle a media: i treni Frecciargento e Frecciarossa e i treni Italo possono quindi viaggiare da adesso al 100% dei posti.

I passeggeri, dal canto loro, dovranno dichiarare di non essere affetti dal nuovo Coronavirus e di non essere sottoposti alla quarantena di 14 giorni, di non accusare sintomi riconducibili alla malattia (niente temperatura superiore ai 37,5 gradi, niente tosse o raffreddore) e di non essere stati in contatto con persone ammalate di Covid-19 nelle ultime due settimane.

Nella dichiarazione, il viaggiatore si impegnerà a rinunciare al viaggio e a informare l’azienda di tutela della salute territoriale se qualcuno dei sintomi dovesse presentarsi prima del viaggio oppure entro 8 giorni dall’arrivo a destinazione.

Distanziamento sociale sul treno addio, è polemica su Twitter

Intanto su Twitter, con l’hashtag #trenitalia in tendenza, impazza la polemica:

E tra tanti che polemizzano, c’è chi si presenta come profeta di sventura:

Distanziamento sociale sul treno addio, le parole di Ricciardi

Walter Ricciardi, consigliere scientifico del ministro della Salute Roberto Speranza e docente di Igiene all’Università Cattolica, ha parlato esplicitamente ad AdnKronos di “scelta del tutto sbagliata“: “Proprio il distanziamento contribuisce alla sicurezza di questo mezzo di trasporto, che diventerebbe altrimenti insicuro”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!