Il Principe Harry e Travalyst, progetto sul turismo sostenibile di cui non si sa nulla a causa del gossip

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:43

Principe Harry Virtual Summit-min

Harry, Duca di Sussex, ha creato un video in occasione del Virtual Global Summit, per parlare della possibilità di riformare il turismo e renderlo sostenibile.

Del principe Harry si parla come di un bambolotto: non di un uomo che abbia fatto le proprie scelte, ma di qualcuno senza volontà ne preferenze, condizionato soltanto dalla moglie.

Quando compare qualche articolo, parla dell-ex-principe come del “povero Harry”, ipotizzandone chissà quali difficoltà e la perdita di prospettive. Ma Harry ha, se non dei progetti, delle idee molto valide.

La piattaforma Travalyst

Il Duca di Sussex è infatti recentemente comparso in un video per il Virtual Global Summit, in cui parla di eco-viaggi.

Già lo scorso hanno Harry ha lanciato una piattaforma per promuovere un tipo di turismo responsabile, in collaborazione con colossi delle prenotazioni di viaggi on-line.

Il sito si chiama Travalyst, e si occupa di turismo sostenibile. L’idea si basa sulle molte esperienze di viaggio del principe stesso, che ha potuto constatare personalmente come il turismo di massa danneggi i luoghi.

Lo scopo è informare le persone di un diverso modo di viaggiare. Un modo che rispetti le popolazioni, le località e i loro abitanti ed animali, che permetta di conoscerli senza devastarli.

Il video, registrato dalla sua nuova residenza a Los Angeles, parla dell’attuale situazione del turismo nel mondo: “Dopo il devastante impatto del coronavirus, l’industria del turismo va ricostruita. Ma va ricostruita meglio. Il cambiamento, ora, è necessario più che mai. Nessuno avrebbe potuto prevedere lo shock globale causato dal Covid alla comunità che vivono di turismo.  Ho sentito che alcuni di voi faticano a mettere il cibo in tavola per le loro famiglie. Non ci sono turisti, non c’è reddito. Dobbiamo ricostruire, ma dobbiamo ricostruire meglio”. E conclude: “Già prima della pandemia tanti giovani erano interessati a viaggi più ecologici che proteggano destinazioni e culture. È questo il futuro dei viaggi. Un futuro che Travalyst vuole sostenere”.

Se non è un progetto, è qualcosa che vi si avvicina molto e potrebbe essere più di quello che tanti detrattori del principe potranno mai fare nelle loro vita.

Leggi anche => Non fuggite dai paparazzi come fece Diana”: il “consiglio” del fotografo Mark Karloff

Leggi anche => Harry critica il Commonwealth, il giornalista non ci sta: “Più rispetto per la Regina!”

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!