Ondata di polemiche sul museo del fascismo a Roma: proteste dell’Anpi, la Raggi blocca tutto

La mozione, proposta da tre consiglieri del M5S, divide la Capitale, ma dalle prime indiscrezioni trapela il no della Raggi. Presa di posizione di Anpi e di un gruppo di intellettuali per fermare l’iniziativa

Un “grande museo” che “funga da polo attrattore per scolaresche, curiosi, appassionati ma anche turisti da tutto il mondo”: è così che i consiglieri grillini della Capitale motivano la proposta di realizzare una mostra permanente dedicata al fascismo. Fra i promotori c’è Gemma Guerrini,  vicepresidente della commissione Cultura in Campidoglio, che ha specificato che la realizzazione del museo è in chiave culturale e antifascista; secondo la Guerrini, la realizzazione di questa galleria è una proposta che nasce dalla “necessità di contrastare il negazionismo e l’ignoranza ancora diffusa su fatti accaduti nella prima metà del Novecento in Italia”; tesi sostenuta dalla consigliera anche attraverso il ricorso ai rigurgiti neofascisti che “anche recentemente hanno offeso Roma e i suoi cittadini”.

Le argomentazioni della consigliera non sono state sufficienti a placare le critiche, che hanno spinto la Raggi, stando alle prime indiscrezioni, a dare uno stop alla mozione.

La protesta di Anpi e di un gruppo di intellettuali romani, fra cui Recalcati

Nonostante il tentativo della pentastellata di chiarire il fine dell’iniziativa in chiave assolutamente anti fascista, non si sono lesinate le critiche da varie parti. A schierarsi in prima linea contro la mozione è stata l‘Anpi, che attraverso un comunicato stampa ha manifestato apertamente il suo dissenso verso la proposta di istituzione di un museo sul fascismo. Ferma anche la posizione di alcuni intellettuali romani, fra cui Manconi e Recalcati, che hanno scritto un appello nel quale invitano il Comune a bloccare la realizzazione dell’iniziativa. Posizione ferma anche quella della comunità ebraica romana.

Arriva lo stop dalla raggi sulla realizzazione del museo del fascismo

Dopo l’ondata di polemiche che ha colpito l’amministrazione capitolina, trapela dalle fonti del Campidoglio lo stop della raggi alla realizzazione del museo. La sindaca avrebbe affermato a riguardo: “Roma e’ una città anti-fascista. Nessun fraintendimento in merito”. 

Leggi anche -> Manifestazione di Ultras e Forza Nuova a Roma degenera in cori fascisti e violenza

Leggi anche -> Anniversario della marcia su Roma, a Predappio il maxi corteo dei “nostalgici”