“Come essere investita da una macchina”: il racconto di una 30enne attaccata da una balena

Una balena

Abbiamo spesso riportato di attacchi di squali ma non ci è mai capitato di parlare di attacchi di balene.

Questa volta vi raccontiamo la storia di una 30enne che al largo delle coste australiane è stata travolta da una megattera di 30 tonnellate.

E, considerando il peso dell’animale, è un miracolo possa raccontarlo.

Alicia Ramsey stava facendo snorkeling assieme ad altre persone nelle acque al largo dell’Australia occidentale quando il gruppo ha iniziato a nuotare accanto a una megattera e al suo piccolo.

Il piccolo si è trovato a passare attraverso il gruppo di uomini, portando la madre – in un impeto di difesa materna – a travolgere il gruppo con le sue enormi pinne.

Ed è stato “come essere investita da una macchina”.

Per la 30enne gravi danni alle costole e diverse abrasioni.

Questo il racconto per esteso – riportato dal Daily Star: “Il piccolo ha deciso di venirci incontro e si è ritrovato tra noi e la mamma, quindi la mamma è entrata in modalità protettiva e ci è venuta contro a sua volta. Voleva mettersi tra noi e il suo piccolo, quando di fatto mi ha travolto”.

Pur essendo poco frequente, si tratta del secondo attacco in una sola settimana: “Non posso credere che sia successo a me. Sembrava che qualcuno mi avesse preso a pugni”.