Dramma al parco giochi: bimbo russo muore schiacciato da uno dei giochi, inutili i soccorsi

Muore schiacciato a 11 anni

Ragazzino di 11 anni muore schiacciato da un blocco di cemento precipitato sul parco giochi in Russia. Alcuni uomini sono accorsi a tentare di sollevare il masso ma per il ragazzo non c’è stato niente da fare.

Lev Siyanov, 11 anni, è deceduto mentre giocava in un parco giochi in Russia, coinvolto in uno strano e terribile incidente. Sul ragazzo è precipitato un blocco di cemento dal peso di 2 tonnellate. Una ventina di uomini presenti sulla scena sono accorsi per cercare di sollevare l’enorme peso, senza successo. La morte non è sopraggiunta sul colpo, ma è occorsa una mezz’ora affinchè adeguati mezzi di soccorso giungessero sul luogo dell’incidente.

Per rimuovere il blocco sono state necessarie 30 persone e l’ausilio di un dispositivo di sollevamento, ma nel frattempo il ragazzo è deceduto nel parco di Astrakhan. La struttura crollata era una vecchia parete per arrampicata, presente nel parco sin dai tempi dell’Unione Sovietica.

Le persone presenti all’incidente

Uno dei testimoni racconta come in quel momento nel parco fosse in corso una riunione del condominio di una casa vicina. “Ho sentito uno schiocco, ho girato la testa e ho visto un ragazzo in cima alla parete e un attimo dopo la lastra è crollata” racconta Oksana Beschastnova, per cui la base della lastra di cemento era marcita a. Ne avevano chiesto in più riprese la rimozione, senza successo.

Il padre del ragazzo descrive suo figlio come “sano, intelligente, appassionato nuotatore, pieno di vita”. Il Daily Star riporta come la madre lamenti un ritardo dei soccorsi. Nel frattempo un indagine è stata aperta relativamente alla mancata manutenzione del parco e riguardo l’effettiva tempestività dei servizi di emergenza.

Leggi anche => Influencer gay trovato morto in Russia dopo anni di attacchi social, la polizia indaga…

Leggi anche => Morta la donna più pesante della Russia: la macchina della verità aveva stabilito che…