Si ritrovano in spiaggia per “diffondere il Coronavirus”: pericoloso assembramento a Tenerife

diffusione covid in spiaggiaVolevano favorire la diffusione della Covid-19 le oltre 60 persone che si sono ritrovate su una spiaggia per un campeggio di gruppo. Immediato lo sgombero della polizia

Si erano raggruppati a decine allo scopo di ‘diffondere il Coronavirus’. Ha dell’assurdo quanto avvenuto su una nota spiaggia dell’altrettanto popolare Tenerife, tra le più amate mete turistiche della Spagna, dove oltre sessanta persone si sono ritrovate con l’intento di “favorire la diffusione della Covid-19”, come confermato dalla guardia Civil e dalla polizia del comune di La Orotava, intervenute sul luogo per uno sgombero immediato. La notizia è stata riportata dai media locali: le autorità erano riuscite ad intercettare l’attività organizzativa del raduno sui social network ed in questo modo sono riusciti ad intervenire prontamente dopo che i partecipanti si erano ritrovati in spiaggia.

La polizia ha individuato gli organizzatori grazie ai social network

Come spiegato dall’assessore alla sicurezza di La Orotava, Narciso Perez si è trattato di “un campeggio nel fine settimana per favorire la diffusione del Covid-19”, aggiungendo che l’immediato intervento della polizia ha impedito che il raduno crescesse ulteriormente e dunque che si trasformasse in un assembramento potenzialmente molto pericoloso. Il funzionario ha inoltre aggiunto che “nonostante la spiaggia di Los Patos sia chiusa al pubblico da anni a causa del pericolo frane ci sono molte persone spericolate che ogni fine settimana scendono su questa spiaggia non solo per fare il bagno ma anche per campeggiare”. Assembramenti che diventano doppiamente preoccupanti, ha specificato, considerata la “situazione di emergenza sanitaria in cui ci troviamo”.