Chi è Teresa De Sio, cantautrice e scrittrice italiana: età, biografia e curiosità

Cenni biografici su Teresa De Sio, cantautrice e scrittrice italiana.

Questo pomeriggio, Teresa De Sio è stata ospite a “Io e te”, programma condotto da Pierluigi Diaco su Raiuno, dal lunedì al venerdì. L’artista, durante l’intervista, ha ripercorso la sua lunga carriera. Ecco, per voi, qualche cenno biografico su di lei.

Biografia e curiosità su Teresa De Sio

Teresa De Sio è nata a Napoli, il 3 novembre 1952. Sorella dell’attrice Giuliana De Sio, trascorre l’infanzia a Cava de’ Tirreni. Nel 1976, inizia la sua attività artistica con Eugenio Bennato e i Musicanova, muovendosi nell’ambito della tradizione popolare napoletana e distinguendosi per il timbro molto particolare che le conferisce genuinità e raffinatezza al tempo stesso. Nel 1978, esce l’LP dalle forti atmosfere folk intitolato “Villanelle popolaresche del ‘500”.

Nel 1980, esce il suo primo album da solista “Sulla terra sulla luna”, attraverso il quale affronta tematiche e sonorità più moderne iniziando così la scalata verso un ruolo di prestigio nell’ambito della canzone d’autore partenopea e nazionale. Nel 1982, pubblica l’omonimo album “Teresa De Sio”, nel quale conferma la sua predilezione per il napoletano. Fanno parte dell’album brani, diventati popolari al grande pubblico, come “Voglia ‘e turnà”.

Nel 1983, pubblica l’album “Tre” e ottiene alcuni riconoscimenti per i testi delle canzoni. Nel 1985, intraprende una più specifica ricerca musicale in realtà mai cessata che sfocia nell’album “Africana”. L’anno successivo, pubblica “Toledo e regina”, in cui dimostra la sua conoscenza e il suo amore nei confronti della musica partenopea di fine Ottocento e inizio Novecento. Nel 1988, pubblica il doppio album “Sindarella suite”.

Nel 1991, pubblica ben due album: uno di inediti intitolato “Ombre rosse” ed una raccolta dei suoi più grandi successi. Nel 1995, registra in presa diretta e senza pubblico l’album “Un libero cercare” al teatro Petrella di Longiano. Nel 1997, viene pubblicato il live ” Primo viene l’amore”, con alcune straordinarie riletture dei suoi grandi successi unitamente a tre inediti, tra cui “Rondine”. Nel 1999, realizza il progetto “La notte del Dio che balla” e si avvicina alla musica popolare pugliese, alla taranta in particolare. Infatti, dopo molti concerti e progetti live come “Da Napoli a Bahia da Genova a Bastia”, che raccolgono ovunque ottimi consensi da parte della critica più esperta, mette a punto “Craj”, un originalissimo spettacolo a metà tra musica e teatro che intende omaggiare la tradizione popolare pugliese, elemento alla base del progetto.

Nel 2004, esce l’album “A Sud! A Sud!”. Nel 2005, “Craj” è diventato nel frattempo anche opera cinematografica. Partecipando alla “62ª edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia”, vince il Premio “Lino Miccichè” del CSC per la miglior opera prima. Nel maggio del 2007, pubblica il nuovo lavoro “Sacco e fuoco”. Nel 2008 esce l’album “Ridimm a Sud”, mentre nel 2009 esce il suo primo romanzo “Metti il diavolo a ballare” che nel 2010 diventa uno spettacolo teatrale. Nel 2011, viene pubblicato l’album “Tutto cambia”. Nel mese di febbraio del 2015, viene pubblicato il suo secondo romanzo dal titolo “L’attentissima”. Il 3 maggio 2019 esce il nuovo album “Puro desiderio”.

Maria Rita Gagliardi