18enne stordita dall’alcol viene stuprata dal patrigno: “Mi ha tradita, è un mostro”

Una 18enne viene stuprata dal patrigno mentre è svenuta e lo denuncia alla polizia. Dopo la condanna ha rinunciato all’anonimato per raccontare la storia.

La vita di Shanice Brown è stata segnata sin dall’infanzia dall’assenza del padre. L’uomo, infatti, ha lasciato la madre quando aveva 2 anni e non ha mai voluto prendersi cura di lei. Quando nel 2009 la madre conosce Gary Flemming e si fidanza, per lei è un periodo felice, perché quell’uomo diventa l’unica figura paterna mai avuta nella vita. Per anni la famiglia vive un idillio, ma con il passare del tempo l’alcolismo cambia Gary, che diventa violento con la madre.

Leggi anche ->Madre esce per fare la spesa, individuo irrompe in casa, stupra e uccide la figlia 13enne

La donna, dopo averlo sopportato per mesi, decide di lasciarlo e cacciarlo via di casa. L’uomo allora si trasferisce nella sua casa paterna a Cwmbran (Galles). Shanice inizialmente è sollevata, perché temeva per la madre e per la sua stessa incolumità, ma con il passare dei mesi comincia a sentire la mancanza dell’uomo. Verso la fine del 2016 è lo stesso Gary che la contatta su Facebook per chiederle come sta. L’adolescente è contenta e instaura un bel rapporto “epistolare”. Da quel rapporto nasce anche una frequentazione.

Leggi anche ->Droga la compagna per stuprare la figlia 12enne: pedofilo condannato a 32 anni

18enne stuprata dal patrigno: “Mi ha tradita, è un mostro”

La giovane accetta di andarlo a trovare durante un fine settimana, Gary si mostra impeccabile: è un uomo nuovo, finalmente libero dalla schiavitù dell’alcol. Shanice pensa di aver ritrovato quella figura paterna a cui si era affezionata e l’appuntamento del fine settimana diventa frequente fino al 2018. L’ultima volta che è andato a trovarlo insieme agli amici (nell’agosto di quell’anno), infatti, l’uomo era completamente ubriaco ed aveva un aspetto orribile. Tuttavia si è mostrato amichevole ed ha cominciato ad invitare i ragazzi a bere insieme a lui della vodka.

I ragazzi accettano, ma Shanice non è tanto propensa, non si sentiva a suo agio in quella situazione. Tuttavia l’insistenza dell’uomo la porta a cedere. Dopo qualche bicchiere di troppo tutti i ragazzi si sentono male, lei compresa: “Ogni cosa è diventata nera. Quando mi sono svegliata ero nel suo letto e lui mi stava accarezzando in mezzo alle gambe. Ero completamente nuda. Ho sentito un dolore tra le gambe ed ho realizzato che mi aveva stuprata. Ero in stato di shock. Pretendeva che stessi accanto a lui, ma io l’ho spinto via”.

Dopo aver trovato i vestiti nel bagno, Shanice ha svegliato i suoi amici, tutti svenuti sul divano al piano di sotto, ed è tornata a casa. Il giorno dopo l’ha denunciato e si è sottoposta ai controlli medici. L’uomo è stato arrestato il giorno stesso ed è stato condannato a 10 anni di carcere nel gennaio del 2020. Adesso Shanice ha voluto raccontare la sua storia per mettere in guardia altre ragazze da uomini come lui: “Gary era come un padre per me, ha totalmente abusato della mia fiducia”.