Calabria, il branco prende di mira un invalido e gli incendia casa: tra gli arrestati due minorenni

Carabinieri Calabria Castrovillari

Sono tre le persone arrestate per l’incendio appiccato all’abitazione di un disabile a Castrovillari, in Calabria, mentre l’uomo era ancora all’interno dell’abitazione.

Sono ragazzi, di cui due minorenni, i componenti del branco che ha preso di mira un disabile psichico a Castrovillari. Lo scorso 2 agosto il gruppo si è introdotto nell’abitazione privata dell’uomo e lo ha colpito con getti di acqua sorprendendolo durante il sonno. Non contenti hanno dato fuoco all’abitazione, da cui fortunatamente il disabile civile è riuscito ad uscire per tempo, salvandosi dalle fiamme che hanno distrutto la casa.

Le indagini degli investigatori hanno ricostruito l’accaduto portando all’arresto dei colpevoli del raid, su cui i carabinieri di Castrovillari hanno eseguito un ordinanza di custodia cautelare. La vittima racconta di essere stato preso di mira già in precedenza e colpito proprio con dei getti di acqua. I colpevoli degli episodi di bullismo e aggressione a carico dell’uomo furono sempre dei ragazzi, che però non era riuscito ad identificare.

Ansa riporta come l’episodio ricordi quello avvenuto in Puglia lo scorso anno, quando una baby gang si filmò mentre pestava a morte un disabile. A Maggio due componenti di 19 e 23 anni sono stati condannati a 10 anni di reclusione, un terzo di 23 anni ha ricevuto una condanna a 8 anni e 8 mesi.

Leggi anche => Migranti positivi in Calabria, arriva l’esercito per presidiare la struttura

Leggi anche => Padre preso a calci e pugni da un branco di adolescenti: “Chiamate la polizia”

Leggi anche => Amir, calciatore, picchiato dal branco a Napoli. L’allenatore: “Aggressione razzista. Renderete conto a Dio”