Movimento 5 Stelle, Grillo torna in campo: “Abbiamo l’opportunità di fare scelte coraggiose”

Beppe Grillo torna in campo per parlare del futuro del ‘Movimento 5 Stelle’ e del suo progetto di un’Italia forte a livello infrastrutturale e in rete.

Dopo tanti mesi di assenza dai social e dalla vita pubblica, Beppe Grillo è tornato a parlare e lo ha fatto riferendosi al Movimento 5 Stelle, riassumendo il passato ed il presente di quella realtà politica che ha contribuito a lanciare e che oggi si trova al governo. Il lungo post, intitolato ‘Dite al treno che io passo una volta sola‘, serve a lanciare la sua idea di infrastrutturazione digitale dell’Italia. Tuttavia parte da una considerazione sull’idea originaria del Movimento e continua con un commento sulle attuali dinamiche interne.

Leggi anche ->“Quell’auto non era un trofeo”: rimossa la carcassa del veicolo di Beppe Grillo 39 anni dopo il tragico incidente

Ecco cosa scrive sull’anima del Movimento che ha contribuito a costruire: “Ci terrei a dire che io ho fatto parte di un sogno che si è realizzato del M5s che oggi governa, partendo da un’idea di rete e di un movimento senza sedi, senza tesori, senza soldi partendo proprio dall’idea che la rete è l’intelligenza condivisa”. Insomma, l’idea della digitalizzazione delle infrastrutture era già presente all’inizio del percorso. Era l’idea di un Paese da innovare e non al quale conformarsi.

Leggi anche ->Sondaggi politici, torna a crescere il Movimento 5 Stelle. Lega sempre in calo, ma centrodestra è maggioranza

Beppe Grillo: “Ci perdiamo in discorsi senza senso”

Coronavirus - Beppe Grillo - reddito universale per tuttiLo dice chiaramente Grillo in una seconda parte del post in cui si legge: “Partivamo proprio dall’idea che la rete è l’intelligenza condivisa e la politica condivisa e che la società del futuro sarà condivisa con la rete: attraverso quello passerà qualsiasi cosa. Noi invece ci perdiamo in discorsi completamente inutili, vuoti e senza senso”. Appare evidente come l’idea di tramutare il Movimento in Partito non gli garbi più di tanto e come al momento è interessato a proporre un’idea di mercato e di economia che potrebbe permettere allo Stato di competere a livello globale.

In conclusione, infatti, Grillo aggiunge: “adesso, solo adesso, abbiamo l’opportunità di fare scelte coraggiose, sostenendo lo sviluppo digitale dell’Italia con una visione industriale e di lungo periodo. Infrastrutture e competenze digitali, infatti, sono un elemento imprescindibile per rendere il nostro Paese competitivo sui mercati internazionali e generatore di sviluppo”.