Trovato morto il papà caduto nel lago Barrea durante una gita con i figli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:52

Si è conclusa nel peggiore dei modi la gita di una famiglia del frosinate che ieri ha portato il gommone sulle acque del Lago Barrea, in Abruzzo.

Un uomo di 39 anni, Toma Constantin Catalin, si trovata ieri in gita presso il Lago artificiale Barrea, in provincia dell’Aquila, insieme ai suoi figli.

Uno dei due ragazzi è caduto in acqua, e non è chiaro se il padre sia caduto anch’egli o si sia tuffato per cercare di salvare il figlio.

L’uomo è scomparso in acqua, mentre il bambino di 10 anni è stato tratto in salvo da un amico del padre, tuffatosi per prestare soccorso. L’altro figlio, un bambino di 9 anni, ha assistito impotente a tutta la scena. Subito si sono attivati i soccorsi, allertati dallo stesso amico, e le ricerche dell’uomo sono durate fino fino a tarda sera, quando il corpo dell’uomo è stato estratto dalle profondità del lago.

Chi è l’uomo annegato a Barrea

La vittima è un autista  di nazionalità romena, residente a Collepardo, nella provincia di Frosinone. Si suppone che sia stato trascinato dalla corrente del lago, particolarmente fondo nel punto in cui l’uomo è scomparso. A dare notizia del ritrovamento del corpo è Fanpage.it, da cui si apprende anche l’inizio di un indagine per chiarire la dinamica dell’incidente.

Leggi anche => La storia della laguna blu: il lago più tossico d’oltremanica tra carcasse ed escrementi

Leggi anche => Tragedia aerea: velivoli turistici si scontrano e sprofondano nel lago, 8 le vittime

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!