Blogger militante pubblica “Manuale del giovane femminista”: il web si divide, tanti i commenti di scherno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:09

Il blogger militante Giovanni Gaetani ha scritto un breve manuale per diventare un femminista. Il web si divide tra chi apprezza e chi lo schernisce.

Imparare a conoscere l’altro sesso può essere per gli uomini e per i giovani uomini un modo per evitare di commettere gli stessi errori commessi prima da altri. Questo è il concetto alla base del “Manuale del giovane femminista” ideato dallo scrittore e blogger militante Giovanni Gaetani. Da femminista, sostenitore dei diritti delle donne e attivista contro la disparità di genere e la violenza sulle donne, Giovanni nel suo manuale cerca di fare capire ai teneri virgulti come slegarsi dall’ideologia patriarcale e dalla cultura maschilista.

Leggi anche ->Charlie Hebdo nuovamente nella bufera per la copertina sul mondiale femminile: “Sessista e vergognosa”

Lo scrittore è consapevole che molte volte i giovani non si rendono nemmeno conto di essere vittime di questa cultura oppressiva e totalizzante. Dunque consiglia loro di riflettere maggiormente, di confrontarsi con l’altro sesso per capire dove un comportamento ritenuto inoffensivo in realtà causa disagio e dispiaceri. Poi ovviamente c’è una larga parte sulla cultura del consenso, ovvero sul chiedere ed essere certi che il rapporto sessuale sia qualcosa di voluto da ambo le parti.

Leggi anche ->“Lo stupratore sei tu”: canto femminista dal Cile fa il giro del mondo – VIDEO

Manuale del Femminista divide il web: molti i commenti di scherno

🔥 I commenti al #ManualeDelGiovaneFemminista infiammano: sono riuscito a fare incazzare gli MRA (attivisti per i diritti…

Pubblicato da Giovanni Gaetani – scrittore, attivista, umanista su Lunedì 24 agosto 2020

Quella del blogger è una lezione di civiltà, con la quale si cerca di informare i giovani sui comportamenti maschilisti nocivi e si cerca di abbattere la cultura patriarcale in favore di una che favorisca la parità tra i generi. Alcuni hanno compreso e apprezzato l’intento di Gaetani, ma sono ancora molti coloro i quali vedono con ostilità concetti semplici come il rispetto ed il consenso. Tantissimi, infatti, sono i commenti di scherno e di odio sull’iniziativa.

C’è chi ad esempio scrive: “Dall’ultimo capoverso è chiarissimo che, al netto del bersi la propaganda di facciata, molti (compreso te) non conoscano la vera identità del femminismo”. Oppure chi scrive: “Una curiosità: se io ho pagato per anni i preservativi, quando poi passa alla pillola devo dividere i costi o faccio un conteggio e detraggo dalle spese anticipate?”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!