Coronavirus e no deal: oltremanica si rischia una carestia in caso di seconda ondata

boris johnson no dealLa mancanza di intese tra il Regno Unito e l’Unione Europea, vale a dire il no deal, potrebbe generare il caos economico e la mancanze di risorse di prima necessità nel Regno Unito.

Nell’eventualità di una seconda ondata di Coronavirus durante l’inverno, e in mancanza di accordi commerciali e legislativi con l’Unione Europea, le conseguenze per il paese sarebbero catastrofiche.

È trapelato, infatti, il contenuto di un documento rivolto ai ministri del Regno Unito, in cui si mette in guardia sulla possibilità di aumento di prezzi, interruzioni di corrente, carenza di medicinali, risorse alimentari e carburante e necessità di razionare l’acqua.

Dopo il referendum del 2016 con il quale si è approvata la Brexit, i rapporti tra Regno Unito e Unione Europea sono rimasti invariati, per via della fase di transizione. Tuttavia, il periodo di passaggio sta per concludersi e non può subire altre proroghe. Per questo motivo, entro la fine dell’anno dovranno essere conclusi gli accordi.

Nel caso in cui al primo gennaio 2021, questi accordi non fossero portati a termine, si avrebbe un’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea senza accordi, ossia con quello che viene definito “no deal”.

Nello scenario peggiore causato dallo scarseggiare di farmaci veterinari, i problemi nel paese potrebbero peggiorare: le malattie potrebbero diffondersi negli animali e causare ingenti perdite economiche e alimentari. Inoltre, per garantire le scorte di cibo e medicinali, alle Isole del Canale potrebbero essere necessario perfino utilizzare aerei militari per recapitare le scorte.

Boris Johnson

Pronto il documento del giorno del giudizio nel caso del no deal

Quello che è definito come il “Documento del giorno del giudizio”, come rivelato dal periodico The Sun, prevede alcuni scenari:

  • in un comune su 20 potrebbero scoppiare rivolte sociali
  • l’impatto economico combinato di Brexit e Coronavirus potrebbe causare disordini, aumento dei prezzi e carestie
  • l’esercito potrebbe essere chiamato ad aiutare la polizia nelle strade
  • le misure di distanziamento sociale potrebbero continuare fino al 2021
  • i rifornimenti di cibo e carburante potrebbero restare bloccati a Dover questo Natale

Come dichiarato da un portavoce del Governo, questo documento non si riferisce a una previsione di ciò che accadrà, ma piuttosto fa riferimento a diversi scenari possibili, tra cui anche quello peggiore, in modo da essere pronti a fronteggiare qualsiasi tipo di eventualità.

LEGGI ANCHE => Kim Jong-un è in coma? Le indiscrezioni vorrebbero la sorella prendere il suo posto