Prestito con Cambiali Urgente: Finanziamento Cambializzato in Poco Tempo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:04

Possiamo subito affermare che è praticamente impossibile ottenere dei prestiti con cambiali in pochissimo tempo se non sono presenti determinate condizioni e garanzie. Continua a leggere la nostra guida per scoprire quali sono e come si richiede un finanziamento cambializzato.

MANI SI SCAMBIANO BANCONOTE EURO
FOTO DI © WALDHAEUSL/SINTESI

Una delle illusioni più terribili per chi vorrebbe speculare su chi avesse reali esigenze economiche è quella di promettere prestiti cambializzati velocemente e in alcuni casi sostenendo di poterli erogare in meno di 24 ore. Sappi che non c’è nulla di più falso, ecco quindi che vorremmo fare un po’ di chiarezza al riguardo.

Cosa sono i prestiti cambializzati e cosa devi sapere

Prima di tutto chiariamo cosa sono i prestiti cambializzati e come funzionano. Si tratta di finanziamenti alla cui base ci stanno le cosiddette cambiali. Ovvero dei titoli di credito con cui il debitore si impegna a saldare il debito in un’altra data futura.

Il loro valore è esecutivo, ciò significa che qualora si verificasse una inadempienza si provvederà alla rimozione forzata dei beni del debitore. Una soluzione piuttosto rischiosa che infatti suggeriamo a chiunque sappia con certezza di poter saldare le proprie rate del debito.

Il suo funzionamento è relativamente semplice: le cambiali vengono distribuite all’istituto finanziario o di credito, che a sua volta le restituirà al firmatario nel momento in cui esso abbia rispettato le scadenze di pagamento.

Esistono due tipologie di cambiali:

  1. Tratta: l’ente (traente) ordina al debitore (trattario), di effettuare il pagamento del denaro in un determinato momento al beneficiario da lui indicato.
  2. Pagherò o vaglia cambiario: è un titolo di credito con la promessa del soggetto debitore che pagherà in un preciso istante alla scadenza indicata anticipatamente.

La compilazione del prestito cambializzato comprende tali parti:

  • Data di emissione e luogo;
  • Importo trascritto in euro, sia in cifre che in lettere;
  • Data della scadenza di riferimento;
  • Trascrivere “pagherò” per sottolineare la promessa di pagamento e la differenza con la forma “a tratta”;
  • Domiciliazione (il posto in cui andrà pagata la cambiale);
  • Dati del soggetto debitore;
  • Firma del debitore.

Nel momento in cui sottoscriverai il finanziamento cambializzato, ci saranno molteplici cambiali da dover firmare, questo perché ognuna di essa varrà per una rata di pagamento differente.

Prestiti cambializzati: come ottenerli e chi può farne richiesta

Dopo aver visto cosa sono i prestiti cambializzati sicuramente ti starai chiedendo come ottenerli. Questa soluzione potrebbe essere considerata come una strada preferenziale a patto che tu soddisfi i seguenti requisiti:

  • Ottimo merito creditizio: si tratta di soggetti che hanno un lavoro e possono dimostrare il loro reddito fisso tramite CUD e busta paga e la cui situazione creditizia è soddisfacente, ovvero pochi o nessun’altro prestito in corso e che non è mai stato segnalato al Crif.
  • Difficoltà creditizia: rientrano in questa categoria gli individui che hanno avuto problemi a saldare finanziamenti precedenti e che non dispongono di nessun reddito certificato.

In quest’ultimo caso, qualora rientrassi in questa categoria la banca avrà una fiducia limitata nei tuoi confronti. Motivo per cui ti verranno richieste delle garanzie alternative come per esempio l’intervento di un soggetto terzo, un garante che possa dimostrare di poter saldare il debito.

I prestiti cambializzati sono sicuri? Pro e contro

Innanzitutto ribadiamo che il prestito con cambiali urgente non esiste, perché come hai potuto comprendere l’iter è piuttosto complesso e di conseguenza sarebbe impossibile erogare il credito in meno di un giorno.

Ma quali sono i motivi per cui dovresti ricorrere a questa soluzione? E quali invece quelli per cui non ne varrebbe la pena? Prima tutti ecco i pro:

  • Finanziamento con cambiali anche ai cattivi pagatori (non confonderli con i protestati);
  • Flessibilità nel rinnovo/restituzione;
  • Possibilità di rinnovo in caso di difficoltà durante la restituzione (occhio ai costi);
  • Con le garanzie alternativa la banca potrà erogare il prestito cambializzato anche senza busta paga;

Sia chiaro, è un’ottima opportunità ma come in ogni cosa ci sono anche i contro. Ecco a cosa devi molta attenzione:

  • In caso di insolvenza il rischio sarebbe quello di essere protestato nell’immediato, proprio a causa delle cambiali che rappresentano dei titoli esecutivi.
  • Costi superiori alla norma, motivo per cui ti consigliamo di affidarti al prestito con cambiali soltanto se fosse la tua ultima possibilità per ottenere liquidità.
  • Se non pagassi la cambiale verrai segnalato al registro dei protestati e ciò significherà precluderti da ogni ulteriore richiesta di finanziamento.

Oltre ai costi da sostenere assicurati di avere tutte le garanzie accessorie che l’ente bancario ti richiederà. Detto ciò, ti daremo gli ultimi consigli per portare a termine la tua eventuale richiesta del prestito cambializzato.

Il prestito con cambiali urgente non esiste: ultime considerazioni

Dopo aver appurato l’inesistenza del prestito con cambiali urgente, prima che tu proceda alla sottoscrizione con un determinato ente ecco quello che dovrai fare:

  1. Richiedi più preventivi online per trovare la miglior alternativa;
  2. Assicurati di avere tutte le garanzie accessorie (garante o documenti che comprovano la ricezione del salario);
  3. Se fossi idoneo al finanziamento con cambiali probabilmente lo sarai anche per altri, quindi confronta le varie soluzioni;
  4. Non anticipare soldi o documenti per alcun motivo, con tanta probabilità starai per subire una truffa.
  5. Diffida dalle proposte troppo semplici e convenienti.

Hai ben compreso come funziona e come richiedere un prestito cambializzato? Se ci fosse ancora qualche perplessità, scrivilo pure commentando questa guida e proveremo a risolvere ogni tuo enigma.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!