Mamba nero avvistato in mare: il serpente dal veleno letale spaventa i bagnanti di una spiaggia affollata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:22

mamba nero

Un esemplare di mamba nero, trai rettili più velenosi al mondo, ha messo in allarme i bagnanti dopo il suo avvistamento in una spiaggia affollata del Sud Africa.

Questo esemplare lungo oltre due metri, è stato ripreso mentre nuotava nelle acque in superficie, prima di essere poi catturato dall’Associazione Sud Africana per la Ricerca sulla Biologia Marina (SAAMBR). L’avvistamento, come confermato dall’associazione, è avvenuto martedì in una spiaggia di Durban, nel Sud Africa.

Solitamente, come spiegato dall’Associazione, in molti uccidono dei serpenti non velenosi confondendoli con altre specie. Tuttavia, questa volta, allertati dai bagnanti, gli erpetologi Craig Smith e Lesley Labuschagne che si sono recati sul posto, si sono trovati davanti a un mamba nero di 2 metri e 47 cm. Nonostante fossero preparati al recupero, non capita tutti i giorni di trovarsi di fronte a un esemplare del genere.

Black mamba on Addington BeachToday at 13:00 Metro Search and Rescue contacted SAAMBR because there was a large Black…

Pubblicato da Saambr su Martedì 25 agosto 2020

Avvistamento lungo la costa: evento insolito per un mamba nero

Un avvistamento come questo, lungo la costa, è piuttosto raro, come spiegato dall’Associazione, infatti, gli esemplari di mamba nero preferiscono le valli e zone con una vegetazione molto fitta. Presumibilmente il serpente deve essere giunto attraverso i fiumi che sfociano nel porto.

Per fortuna il recupero del rettile non è stato difficoltoso, poiché l’esemplare era esausto e non si è accorto che stava per essere prelevato. Anche durante il trasporto dal veterinario, il serpente è rimasto calmo. L’esemplare sarà affidato alle cure dell’uShaka Sea World di Durban, finché non potrà essere reintrodotto nel suo habitat naturale.

Il mamba nero (Nome scientifico: Dendroaspis polylepis) è uno dei serpenti più velenosi esistenti, nel suo veleno sono contenute delle neurotossine e delle cardiotossine che possono condurre a perdita di coscienza e paralisi respiratoria. Il serpente rilascia un’elevata quantità di veleno con un solo morso, fino a 100 mg, mentre solo 10 mg risultano già essere letali per un uomo adulto.

Il mamba nero solitamente evita la presenza umana, e i casi di morsi si sono riscontrati soprattutto a causa di incidenti: esemplari calpestati per errore, inoltre esiste un antidoto al veleno del mamba nero.

LEGGI ANCHE => Squali bianchi in aumento per via dell’innalzamento delle temperature dell’oceano: effetti collaterali del Global warming

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!