Chirurgia da record: la barbie umana che ha speso 100 mila dollari per il seno vuole farsi rimuovere le costole

La 31enne di Melbourne Tara Jayne McConachy è totalmente dipendente dalla chirurgia plastica: dopo 5 operazioni al seno, un ritocco al naso, l’installazione di protesi al sedere ed un’infinita serie di botox, la donna non è ancora soddisfatta 

100 mila dollari: è questa la cifra che Tara Jayne McConachy, originaria dell’Australia, ha speso solo per le operazioni al seno. La 31enne, che ha riconosciuto di avere una dipendenza dalla chirurgia plastica, non vuole fermarsi qui, ma spingersi in altre operazioni, alcune delle quali molto pericolose.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

🍍🍍🍑

Un post condiviso da Tara Jayne (@tara_jayn3) in data:

Vuole rimuovere le sue costole e cambiare il colore degli occhi

La 31enne (che di professione fa l’infermiera), come riportato dal Daily Star, ha dichiarato di non essere assolutamente intenzionata a fermarsi fino a quando non raggiungerà l’aspetto tanto agognato da “bambola di plastica”.

Dopo aver viaggiato in tutto il mondo per realizzare le costose operazioni (ha speso 100 mila dollari solo per gli interventi al seno), la barbie umana ora vuole puntare su due operazioni ancora più rischiose: cambiare colore degli occhi e farsi rimuovere una costola per essere più magra: “Sto valutando la possibilità di cambiare il colore degli occhi in un verde ancora più brillante, oltre a fissare le palpebre con una cantoplastica (ovvero un’operazione che consiste nel riposizionamento dell’angolo laterale dell’occhio per averlo simile a quello di un gatto), fare una blefaroplastica (ovvero l’eliminazione nella pelle in eccesso delle palpebre) e un lifting della fronte” e ha aggiunto “già che ci sono, probabilmente installerò protesi per le guance, farò un mini lifting e sto anche esaminando la possibilità di rimuovere le costole per avere una vita più affusolata“.

La ‘barbie umana’ vuole continuare ad ingrandire il seno

Tara prima delle operazioni chirurgiche

Quando il coronavirus ha fermato i voli a livello internazionale, Tara è rimasta bloccata in Europa dove si era recata per effettuare un’altra operazione: “Non ho avuto il tempo di riprendermi adeguatamente poiché l’Australia stava esortando i residenti all’estero a tornare immediatamente a casa mentre si stavano chiudendo i confini. Grazie a Dio avevo mia madre con me perché non avrei potuto farlo senza di lei”, ha raccontato.

La donna, che vuole già un seno più grande, si vanta spesso delle misure del suo corpo: 37 – 17 – 29cm: “Non appena sarà consentito viaggiare, ho in programma di tornare all’estero per visitare il mio chirurgo e aumentare le dimensioni del mio seno a 1500 cc (dagli attuali 1050 cc)”.

Tara ha iniziato a finanziare i suoi interventi chirurgici con un account ‘OnlyFans’, definendola una “mossa intelligente”.

Leggi anche -> Follie chirurgiche: dopo operazioni per diventare di colore, si fa impiantare un seno da 40 litri

Leggi anche -> Rodrigo Alves, da Ken a Barbie e ora che si chiama Jessica dichiara: “Voglio un figlio”

Leggi anche -> Spende 25.000 euro per somigliare a Beckham. Poi cambia sesso: “Voglio essere Victoria”

Leggi anche -> 130mila sterline per diventare una Barbie in carne ed ossa. Ecco il risultato

Leggi anche -> Quasi 60 interventi chirurgici per somigliare a Ken: l’ultima follia di Rodrigo Alves