Non può coprire il foro sul collo che le serve per respirare. Malata di cancro cacciata dalla sala bingo

bingo cancro cacciata Vietato l’ingresso in una sala da bingo per una malata di cancro.

Il motivo? Per i dipendenti del locale la donna non manteneva coperto il suo foro di respirazione nel collo con la mascherina di protezione.

Elaine Arbeau, di Whitby, Ontario in Canada, ha sofferto di vari tipi di cancro negli ultimi 20 anni, incluso un tumore che l’ha obbligata a sottoporsi ad un’operazione per consentirle di respirare.

Dopo essere stata isolata a casa per sei mesi, la 67enne aveva programmato di trascorrere il pomeriggio al Delta Bingo, ma una volta giunta sul posto è stata respinta dallo staff. L’episodio è stato raccontato su Facebook dal figlio della donna, BJ Gilbert: lo riporta il Daily Star Online.

“Come la maggior parte delle persone, anche lei era entusiasta di andare a giocare e rivedere i suoi amici – scrive il figlio della 67enne – Tuttavia, quando è andata al Delta Bingo Pickering, le è stato detto di coprire il buco sul collo o di andare via”.

La donna, respinta due volte, è andata via in lacrime

La 67enne ha provato a spiegare che era impossibile acconsentire alla richiesta. “È così che respiro”, ha detto la donna ai dipendenti della sala bingo.

BJ ha detto che sua madre è stata scortata fuori da una responsabile ed è scoppiata in lacrime. 

Elaine, sentendosi umiliata, ha contattato la Ontario Lottery and Gaming Corporation, che le ha garantito che le sarebbe stato permesso entrare. Ma così non è stato, perchè il 28 agosto la donna si è recata nuovamente al bingo ma ancora una volta le è stato negato l’ingresso.

A quel punto, Elaine e suo figlio hanno deciso di riprendere tutta la scena. Cam Johnston, l’amministratore delegato di Delta Bingo, ha detto a CTV News Toronto che si è immedesimato con Elaine e avrebbe indagato sull’incidente, ma ha sottolineato che la sicurezza deve essere la “priorità numero uno in questo momento”.