“Ascension”, l’ultima impresa di David Blaine: volare a migliaia di metri sul deserto aggrappato ai palloncini

Aggrappato a 52 palloncini pieno di elio, l’illusionista David Blaine si è librato a quasi 8 mila metri in aria sopra il deserto dell’Arizona

Un’impresa senza precedenti quella realizzata, per fortuna con successo, da David Blaine, il celebre illusionista statunitense definito dal New York Times come il ‘moderno Houdini’.

Ha fluttuato nel deserto aggrappato a 52 palloncini

Il 47enne è stato allacciato con un’imbracatura e aggrappato a 52 palloncini pieni di elio per poi alzarsi nel cielo sopra il deserto dell’Arizona.

Le riprese della sua acrobazia “Ascension” – che è stata trasmessa in live streaming su YouTube – mostrano il momento l’illusionista saluta sua figlia e si alza verso cielo tenendo i palloncini in mano, per poi infilarsi il paracadute sulla schiena e lasciarsi andare verso terra.

Una scena che ricordava moltissimo quella del film Disney “Up!”, nel quale un venditore di pallonicini di 78 anni vuole esaudire il sogno della sua vita: volare in Sud America con la propria casa attaccato ai suoi palloncini.

L’atterraggio è avvenuto con successo

Per pochi secondi David, prima di aprire il paracadute, si è lanciato in una caduta libera che ha tolto il fiato ai presenti e a tutti gli spettatori che lo stavano seguendo in streamingAll’atterraggio, avvenuto fortunatamente con successo, l’illusionista ha lanciato un sospiro di sollievo prima di gridare: “Wow, è stato fantastico”. Ha poi parlato con sua figlia via radio,che gli ha riferito: ‘È stato fantastico. Ce l’hai fatta. Ti voglio bene”

Blain è diventato famoso proprio per acrobazie ed imprese nelle quali mette in suo corpo in condizioni estreme e molto pericolose, una fra queste è stata proprio “Ascension”, nella quale rischiava l’ipossia, ovvero la mancanza di ossigeno al cervello dovuta all’aria sempre più rarefatta. Fra le sue performance più famose ricordiamo quella che risale al 2003, quando il mago digiunò a Londra, in pubblico, per 44 giorni dentro una scatola trasparente sospesa a 10 metri dal suolo, quella nella quale rimase per 7 giorni in un acquario e quando, nel 2009, si fece calare in un parallelepipedo di 8 tonnellate ghiaccio per rimanerci 64 ore.

Leggi anche -> L’illusionista che ferma i proiettili con la bocca: ma questa volta qualcosa va storto -VIDEO-