Malore durante una corsa e tre giorni tra la vita e la morte prima della resa: il dramma di Chiara Miotto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

Chiara Miotto

Era una grande sportiva, sia pur a livello amatoriale.

Era la sua più grande passione, lo sport.

Lo riportano tutti i siti che hanno riportato la tragica vicenda: era appassionata di sci, di mountain bike, di corsa.

E proprio mentre faceva sport Chiara Miotto, 39enne di Schio – in provincia di Vicenza, ha avuto un malore che le è stato fatale.

Sabato mattina, durante una delle sue corse, la donna ha avuto un malore e si è accasciata a terra.

Immediatamente trasportata all’ospedale di Santorso, Chiara ha lottato per tre giorni tra la vita e la morte e ieri si è dovuta arrendere.

Grande il lutto per la famiglia della ragazza, che lavorava in un negozio di articoli per la montagna, e l’intera comunità della provincia vicentina si sta stringendo attorno alla famiglia, al papà Gian Carlo, alla sorella Eleonora, al fratello Francesco (che ha scritto su Facebook un commovente status: “Oggi più che mai sorellina mia. Sarai con me su tutte le cime. Sempre uniti”).

A colpire tutti coloro i quali si sono imbattuti nella notizia (oltre a chi Chiara la conosceva da vicino) la giovane età della donna e il fatto che fosse una sportiva: la sua morte, in tal senso, rappresenta un vero e proprio fulmine a ciel sereno.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!